Home | Arquata Scrivia e Val Borbera | A Stazzano è di casa la grande musica

Un incontro musicale all’insegna delle arie e sonate di Ludwig Van Beethoven al Salone Parrocchiale

A Stazzano è di casa la grande musica

Sabato 15 Marzo è andato in scena un grande appuntamento musicale nella bella cornice del Salone Parrocchiale di Stazzano: un’ora intensa di musica, eseguita da giovani e promettenti pianisti stazzanesi, all’insegna delle più famose arie e sonate di quel genio assoluto che fu il bavarese Ludwig Van Beethoven. I “piccoli maestri” che si sono cimentati sugli spartiti del “grande maestro” sono stati Monica Arecco, Roberta Giacobone, Federico Mottica, Roberta Ricci e Umberto Ruboni. La serata in musica ha riscosso il successo del pubblico, che si è lasciato travolgere dalle note del più grande sordomuto della storia della Musica. Balletti e coreografie a tema hanno accompagnato le sonate al pianoforte. Inoltre le musiche sono state per così dire tenute insieme “graficamente” dal ritratto di Beethoven realizzato dal Maestro pittore Giovanni Torchia che partendo dall’iconografia classica del musicista, ne ha interpretato il tormentato genio con colori forti e un’espressione carica di lucida follia. Quando musica, storia e pittura si fondo per dare vita ad un qualcosa di più di una semplice addizione fra arti, non può che essere il marchio di fabbrica di una serata da ricordare. La manifestazione è stata organizzata dagli “Amici della Musica” di Stazzano, da l’”Associazione Amici dell’Arte di Serravalle Scrivia” e dal Centro Danza a.s.d. di Roberta Borello di Novi Ligure.

Si ringrazia il signor Gianni Camera per le foto della manifestazione

Si ringrazia il signor Gianni Camera per le foto della manifestazione

2014_03_15_GianniCamera_1-DSC_7008 2014_03_15_GianniCamera_2-DSC_7015 2014_03_15_GianniCamera_3-DSC_6975

 

Mattia Nesto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina