Home | Valle Stura e Val d'Orba | Valle Stura : il punto sull’Unione dei Comuni

Il presidente Andrea Pastorino spiega quanto realizzato nei primi tre anni

Valle Stura : il punto sull’Unione dei Comuni

andrea pastorino Da un Unione di Comuni appena nata, la Valle Scrivia ad una già pienamente funzionante da tempo : Andrea Pastorino, sindaco di Campo Ligure e presidente dell’Unione di Comuni Stura-Orba-Leira fa il punto sui risultati raggiunti dalla prima “Unione di Comuni” della Liguria.

 Dott. Pastorino, la vostra è stata la prima Unione di Comuni realizzata in Liguria…

Siamo partiti subito nel maggio 2011, appena soppressa la Comunità Montana, abbiamo raggruppato i cinque comuni che ne facevano parte. Avevamo due punti di fortuna di base : l’omogeneità territoriale tra Masone, Campo Ligure e Rossiglione e l’aver alle spalle una Comunità Montana che, a differenza di altre sul territorio regionale, funzionava molto bene.

 Ai tre comuni lungo il Fiume Stura si sono quindi aggiunti Mele e Tiglieto…

Si, questo già con il primo riordino delle Comunità Montane. Mele inizialmente faceva parte della “Comunità Montana Argentea” assieme ad Arenzano e Cogoleto, ma si trattava di un ente che non funzionava bene e, non aveva altra scelta se non quella di essere assorbita dal Municipio VII di Genova, cosa che i cittadini melesi volevano giustamente evitare a tutti i costi. Tiglieto fino alla metà degli anni ’80 faceva parte della Comunità Montana del Giovo, assieme ad Urbe, Stella, Sassello ed altri comuni della zona, poi per via dell’impossibilità per legge di fare comunità montane intraprovinciali ha aderito alla nostra.

 Un risultato molto importante raggiunto dall’Unione dei Comuni è stato l’aumento notevole della raccolta differenziata, che è ai primi posti in Regione…

Abbiamo fatto una gara europea per la gestione dei rifiuti, gestita dagli uffici tecnici dei cinque comuni, si è trattato di una gara da 3.5 milioni di Euro, ha vinto il progetto della società trentina Indecom, ci sono state alcune difficoltà all’inizio ma ciò è normale. Nel giro di poco tempo, con un sistema di informazione alle persone abbiamo raggiunto risultati notevoli, con il 69% raggiunto a dicembre 2013, una delle percentuali più alte della Liguria.

 Per quanto riguarda le funzioni associate come vi siete mossi?

Abbiamo organizzato l’Unione con le nove funzioni associate, questo non è stato percepito subito dalle persone e, inizialmente è stato difficile anche per noi. Realizzare l’Unione politicamente è stato facile, ma bisogna tenere conto che c’è del personale che va messo insieme, abbiamo presentato dei progetti su quello che sarà l’Unione nel domani : progetti sui servizi sociali, sui tributi e sulle manutenzioni. Tutti e tre i progetti sono stati finanziati dalla Regione e ciò ci consentirà, a partire da giugno di passare il personale dai Comuni all’Unione ed iniziare con questo lavoro concreto. Cosa vuol dire ciò : per fare un esempio l’anno scorso per la Tares abbiamo fatto un regolamento unico da Mele a Tiglieto, non abbiamo potuto ancora fare la tariffa unica perché per il momento ogni comuni ha i suoi bilanci, ma in futuro arriveremo ad un bilancio unico per tutta l’Unione.

 Il peso politico di un Unione di 13 mila abitanti è decisamente più alto di un comune singolo…

Certamente, ma soprattutto questo porterà effettivi risparmi, penso ad esempio agli acquisti o alla gestione minuta o ancora con la via telematica. Stiamo lavorando, assieme a Datasiel, di mettere in rete tutti e cinque i comuni, utilizzando Whatsapp, in modo da non spendere sul telefono, solo per fare alcuni esempi.

 Uno dei punti di forza dell’Unione Stura-Orba-Leira sono decisamente le potenzialità in campo culturale e turistico…

Indubbiamente, siamo riusciti, malgrado le notevoli difficoltà economiche di questi anni di crisi, a realizzare una rete museale in tutti e cinque i Comuni, ovvero il Museo della carta di Mele, il Museo Civico Andrea Tubino di Masone, il Museo della filigrana ed il Castello di Campo Ligure, il neonato Museo Passatempo di Rossiglione e la Badia di Tiglieto. Oltre al fatto che Campo Ligure rientra, da molti anni ormai, nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia”.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina