Home | Novi Ligure e il Novese | Novi Ligure, Concerto di Pasqua alla Basilica della Maddalena

L'associazione “Alfredo Casella” offre una sua versione del Messiah di Handel

Novi Ligure, Concerto di Pasqua alla Basilica della Maddalena

Coro Panatero e Orchestra Classica di Alessandria - Messiah Pasqua a Novi Ligure, tempo di musica.

Domenica 13 aprile, alle 21.00, la Basilica della Maddalena ospita un Concerto di Pasqua. Parte della Rassegna MUSICANOVI 2014 , l’evento è organizzato dall’Associazione Musicale “Alfredo Casella” di Novi Ligure in collaborazione con il Comune, la Fondazione CRT, il Banco Desio, le Rassegne “Orchestra in provincia 2014” e “A TUTTO CORO!”.

I presenti potranno così godere dell’arte del Coro “Mario Panatero” e Orchestra Classica di Alessandria, diretti da Gian Marco Bosio. Tra loro, spiccano i solisti: Loredana Bacchetta (soprano) e Enrico Iviglia (tenore), con il supporto di Don Pierangelo Pietracatella.

A loro il compito di eseguire il Messiah, la composizione più famosa di Georg Friedrich Haendel, ispirata dall’amico Charles Jennes, che lo spinse a musicare testi biblici, da eseguire nella Settimana Santa. Basato sui concetti cristiani di morte e resurrezione, il “Messiah contiene l’Hallelujah, che conclude la seconda delle tre parti dell’opera. In alcuni Paesi è d’uso che il pubblico si alzi in piedi durante questa parte dell’esecuzione. La tradizione vuole che il re Giorgio II quando sentì questo coro per la prima volta era così agitato che balzò in piedi, seguito da tutti gli altri.

Si ringrazia la Confraternita di S. M. Maddalena e del S. S. Crocifisso.

L’ingresso al concerto ha un costo di euro 6.

Matteo Clerici

Matteo Clerici
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina