Home | Magazine | Il comune di Castellazzo Bormida celebra l’anniversario della Resistenza

Una giornata in cui ricordo e festa si intrecciano

Il comune di Castellazzo Bormida celebra l’anniversario della Resistenza

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo il programma della manifestazione.

Come ogni anno, anche per il 2014, il Comune di Castellazzo Bormida celebra l’anniversario della Liberazione: venerdì 25 aprile 2014 nel 69° anniversario della liberazione.

Nel riaffermare la validità politica della Resistenza, ai cui ideali si ispira la nostra Repubblica, si ricordano i fratelli caduti e si lavora affinché  il grande dono della Libertà, della Giustizia e della Pace feconda e rasserenatrice, diventi virtù sempre più operante nei confronti di tutti gli uomini e di tutti i popoli.

 

ore 10,00    Riunione della popolazione, Scuole e Sodalizi presso la Chiesa di Santo Stefano con

benedizione  delle corone;

commemorazione con deposizione  corona d’alloro al monumento di tutte le guerre al

Parco  Santo Stefano;

ore 10,30    Commemorazione con deposizione corona d’alloro al monumento della  guerra

1915 – 1918  in Piazza San Carlo;

ore 10,45    Commemorazione con deposizione corona d’alloro al monumento della guerra

1940 – 1945 presso il Palazzo Municipale;

ore 11,00    Commemorazione con deposizione corona d’alloro e funzione religiosa dei

partigiani in località Zerba.

 

 

Interventi di:  Sindaco di Castellazzo Bormida

Rappresentanti della Provincia di  Alessandria.

 

Alla cerimonia partecipano inoltre:

Rappresentanti dell’ Associazione Nazionale Alpini

Rappresentanti dell’ Associazione Nazionale Bersaglieri

Anche quest’anno, la Fanfara dei Bersaglieri “Roberto Lavezzeri” di Asti accompagna il corteo.

 

Domenico Ravetti – Sindaco di Castellazzo Bormida

 

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina