Home | Appennino | Armando Sanna : una squadra rinnovata per Sant’Olcese

Intervista con il candidato sindaco del Centrosinistra per Sant'Olcese

Armando Sanna : una squadra rinnovata per Sant’Olcese

DSCN1225 Continua il nostro viaggio nei Comuni al voto in Val Polcevera il prossimo 25 maggio, tocca adesso ad Armando Sanna, candidato alla carica di primo cittadino di Sant’Olcese per la lista “Centrosinistra per Sant’Olcese”. Sanna, 32 anni, nella vita di tutti i giorni è dipendente presso un’industria olearia ed è stato atleta di ottimo livello, specializzato nella maratona e nel mezzofondo, nell’amministrazione uscente ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale con delega allo sport.

 Sig. Sanna, come sono stati scelti la squadra a suo sostegno ed il simbolo della lista?

Abbiamo cercato di fare un vero rinnovamento, e non solo di facciata, mettendo in lista una serie di giovani competenti affiancati da persone dell’amministrazione uscente, che hanno lavorato molto bene e che mi saranno di aiuto grazie alla loro esperienza, come il capogruppo uscente Giuseppe Torrassa, il presidente del Consiglio Comunale Enrico Trucco e l’assessore all’urbanistica Gianluigi Pittaluga. Per quanto riguarda il simbolo abbiamo puntato ad un logo, molto di effetto che a fianco della colomba, simbolo della lista di cinque anni fa, ha inserito il Forte Diamante, che è un monumento che fa parte del nostro comune e che deve diventare un simbolo da valorizzare.

 Se venisse eletto sindaco quali sarebbero i suoi primi interventi?

Innanzi tutto abbiamo messo nel programma l‘istituzione dell’assessorato alle frazioni, ovvero un delegato che si occuperà delle varie frazioni del comune, che sono ben nove, al fine di creare un filo diretto tra il territorio e le istituzioni. Poi portare avanti ovviamente le opere iniziate da questa amministrazione, come il ponte sul torrente Sardorella, che migliorerà nettamente la vivibilità di Manesseno e che è stato fortemente voluto dall’amministrazione Cassissa. Dopo l’apertura del ponte sarà aperto subito un varco nell’area industriale per permettere il passaggio dei camion. Stiamo inoltre trattando con AMT per far portare le linee del 7 e dell’8 nell’area industriale di Manesseno, come già avviene a San Quirico per il 63.

 La scelta a candidato sindaco è avvenuta a gennaio, come sono stati fino ad oggi questi tre mesi?

Molto intensi, mi sto accorgendo di cosa vuol dire preparare la campagna elettorale. Ho visto anche una situazione molto più tranquilla rispetto a qualche tempo fa, anche perché i cittadini hanno visto che c’è una squadra fortemente rinnovata e che abbiamo un programma serio e per punti, su cui abbiamo lavorato per due mesi.

 Amministrare un Comune attualmente non è facile, dati i continui tagli…

Si, c’è una parola, che molti non conoscono che è il “Patto di Stabilità” che ci taglia davvero le gambe. Nonostante comunque tutti i tagli abbiamo un comune che funziona bene, che è economicamente in attivo, e riusciamo a mantenere bene tutti i servizi sociali, che in un periodo come questo, di forte disoccupazione sono fondamentali, abbiamo anche aperto il centro socio-culturale e garantiamo un servizio di trasporto degli anziani ai cimiteri del Comune, che non sono serviti dal trasporto pubblico. Un mio progetto è quello di far partire un servizio per portare la spesa ai cittadini più anziani.

 A differenza di molti altri comuni qui il sindaco uscente non sarà in lista, è stata una scelta personale del primo cittadino?

Angelo Cassissa che è stato un buon sindaco, ci ha detto chiaramente, già da tempo, che non voleva entrare in lista proprio per dare un vero segnale di rinnovamento, lasciando il posto a giovani molto attivi sul territorio. Ci ha detto però che per qualunque problema lui sarà presente, e ci sta fortemente sostenendo nella campagna elettorale.

 E’ favorevole all’Unione dei Comuni in Valpolcevera?

Assolutamente si, è uno dei primissimi punti del nostro programma. Vogliamo lavorare concretamente con le amministrazioni degli altri quattro comuni della Val Polcevera, per le gestioni associate, la semplificazione delle procedure, la valorizzazione del personale e l’ampliamento dei servizi offerti ai cittadini.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina