Home | Magazine | Le eccellenze italiane nel settore abbigliamento bambino

Un interessante studio

Le eccellenze italiane nel settore abbigliamento bambino

La crisi del settore dell’abbigliamento, in Liguria, l’abbiamo vissuta da vicino. Tanti gli esempi che ci ricordano la passata vocazione di questa terra per la filatura, come ad esempio il Cotonificio Ligure, una delle più grandi aziende del settore che per cento anni, partendo da una piccola officina a Rossiglione, ha prodotto cotone ed altri tessuti esportati in tutto il mondo.

Poi come noto è arrivata la Cina ed il settore del tessile e dell’abbigliamento sono quelli che hanno maggiormente risentito degli effetti di questo impressionante nuovo concorrente che si affacciava sul mercato mondiale ormai globalizzato.

Se però si guarda bene a quello che nella sua completezza il panorama italiano nel settore abbigliamento, ci si rende conto che non è tutto a tinte fosche. Esistono diverse eccellenze del Made in Italy che ancora sanno resistere all’onda d’urto cinese industrializzando le produzioni, ma soprattutto puntando sul design e sulla qualità dei materiali.

È questo il settore dell’abbigliamento bambino, un campo dove “prodotto in Italia” è ancora una accezione internazionalmente riconosciuta come sinonimo di qualità ed affidabilità al pari di quanto ad esempio avviene nel settore dell’alta moda.

Tra i grandi marchi dell’abbigliamento bambino e bambina più attivi in questi anni c’è ad esempio Original Marines. Marchio di proprietà di una azienda campana, Original Marines è ad oggi il miglior paradigma di industrializzazione del design con specifico focus sull’abbigliamento.

Un successo costruito attraverso due binari principali che sono quello artistico (i vestiti per venderli devono innanzitutto piacere) e quello di marketing che ha favorito il prolificare di franchising e store dedicati non solo in Italia. Anzi è proprio all’estero che Original Marines guarda con più interesse con diverse sedi aperte di recente nel Medio Oriente così come in Polonia ed anche a Malta!

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina