Home | Novi Ligure e il Novese | Privatizzare è un bene comune

Andrea Scotto presenta la lista unitaria “Alternativa Novese”

Privatizzare è un bene comune

La squadra di ALTERNATIVA NOVESE in formazione "pre-partita". Prima fila, da sinistra a destra: F.Risso, I.Repetto, C.Berto, M.D.Summa, E.Baiardo, C.Drigani, V.Rapa, S.Piccinini. Seconda fila, da sinsitra a destra: P.Depaoli, M.Masselli, C.Cavo, E.Di Mattia,  A.Scotto, A.Mastria, R.Casonato. Assenti ieri sera, ma presenti in lista: L.Daccò, L.Migliaccio.

La squadra di ALTERNATIVA NOVESE
in formazione “pre-partita”.
Prima fila, da sinistra a destra:
F.Risso, I.Repetto, C.Berto, M.D.Summa,
E.Baiardo, C.Drigani, V.Rapa, S.Piccinini.
Seconda fila, da sinsitra a destra:
P.Depaoli, M.Masselli, C.Cavo, E.Di Mattia,
A.Scotto, A.Mastria, R.Casonato.
Assenti ieri sera, ma presenti in lista:
L.Daccò, L.Migliaccio.

Presso il bar Principe di Novi Ligure venerdì 25 Aprile Andrea Scotto ha presentato la lista unitaria “Alternativa Novese

I candidati di Alternativa Novese

I candidati di Alternativa Novese

assieme a Fratelli d’Italia e il Partito Fare. Da noi raggiunto durante la presentazione Scotto ha voluto precisare alcune cose: “Alternativa Novese vuole spezzare l’egemonia, anche dal punto di vista del pensiero di sviluppo della città, che da molti anni attanaglia, non caratterizza, attanaglia la cittadinanza. Noi di Alternativa Novese vogliamo una Novi al passo con i tempi e per questo vogliamo pensarla con nuovi schemi concettuali.”. Uno dei punti maggiormente caratteristici del programma della lista è il dialogo con i privati. “Troppe spesso il nostro Stato ha visto l’intervento dei privati nel settore pubblico come una limitazione della libertà” Scotto precisa “ma anche questo fa parte di un discorso vecchio e non più attuabile. I privati ci sono e Dio sa solo quanto sia difficile oggi come oggi fare impresa in Italia. Se uno è così bravo da diventare un imprenditore importante, uno stimato professionista che vuole fare del bene per la propria città e per il proprio territorio, perché non farlo intervenire fattivamente”. Sulle direttive di sviluppo di Novi l’idea di Scotto è chiara: “Alternativa Novese è per potenziare Novi non per sminuirla. Abbiamo nella nostra squadra importanti  professionisti del settore urbanistico. Sono giovani e preparati e presentano delle idee nuove rispetto al solito ristagno della politica locale”. Scotto vuole ribadire le proprie idee: “Noi invece di parlare di Piano Regolatore vogliamo lanciare il Disegno di Città. Cioè disegnare una città secondo le attività dei cittadini e le peculiarità del territorio”. Infine il leader di Alternativa Novese precisa la posizione della sua lista sulla delicata questione del Terzo Valico: “Dunque il discorso sul terzo Valico so perfettamente quanto sia delicato. Vogliamo controllare bene i dati di spesa. Faccio un esempio: il tunnel della Manica è stato finanziato anche dai privati. Privatizzare si deve e si può. Ora se i privati non sono ancora intervenuti in forze sul progetto un motivo ci sarà. Non dico altro, come si dice: a buon intenditor, poche parole!”.

Mattia Nesto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina