Home | Inchiostrino | L’Inchiostrino di Aprile

La maestra Tiziana ci porta con mano alla scoperta della Natura

L’Inchiostrino di Aprile

Ecco l’Inchiostrino

CCI30042014_00003 CCI30042014_00004 CCI30042014_00005 CCI30042014_00006 CCI30042014_00007 CCI30042014_00008 CCI30042014_00009dd CCI30042014_00010 CCI30042014_00011 CCI30042014_00012 CCI30042014_00014 CCI30042014_00015 CCI30042014_00016 CCI30042014_00017 CCI30042014_00018 CCI30042014_00020 CCI30042014_00021 CCI30042014_00022

Cari lettori,

in questo numero dell’Inchiostro Fresco abbiamo affrontato l’argomento ambiente e come l’osservazione diretta gli alunni hanno constatato quanto sia brutto il cortile della loro scuola, così pieno di spazzatura. “Ma chi è che sporca così un bel giardino come questo?”. Risposta degli alunni: “Gli altri!”. Ecco che ritorna questo concetto…Il pensiero, la visione di un insieme dove non siamo mai responsabili si ciò che accade. Come io ritengo fondamentale far prendere coscienza della responsabilità civile di ognuno di noi nella società. Un ambiente pulito lo creiamo noi, un ambiente sporco e degradato lo creano gli altri. Su questo si deve lavorare, per rendere consapevoli i bambini che ogni singolo può far qualcosa, può far qualcosa, può scegliere e decidere da che  parte sta il giusto.

Grazie ai genitori della classe seconda A per la collaborazione nel lavoro svolto durante l’anno scolastico.

Maestra Tiziana Riccardi

Irene V

Stamattina siamo usciti nel cortile della scuola. È un porcile, carte dappertutto, almeno le margherite fiorite, le spighe. Diana si è messa nella manica e poi ha incominciato a salire. E pure i pacchetti di sigarette sparsi e le gomme da masticare per terra dappertutto. E nei campi c’erano le rondinelle, le bottiglie sparse e le lattine sparse.

Riccardo Barisone

Oggi siamo andati nel cortile della scuola. E abbiamo visto della spazzatura, delle lattine, carta, un bottiglione e gomme da masticare. E abbiamo visto i fiori, le rondinelle e la gramigna. Il mio pensiero è che quelli che buttano la spazzatura per terra sono maleducati.

Ale

Stamattina siamo usciti nel cortile della scuola e abbiamo visto un tipo di erba che si chiama gramigna che si metteva nel braccio e saliva. Abbiamo visto dei tipi che si chiamano i soffioni, i fiori di campo, le margherite. E nell’altro cortile c’era un porcile: c’erano lattine, bottiglie, fazzoletti, penne, plastica, scatole, carte e questa roba fa pena. I ragazzi grandi rendono l’aria inquinata e sono maleducati.

Valentina C.

Stamattina siamo andati fuori in giardino e c’erano tante immondizie, gomme da masticare, cartoni di pizza, pacchetti di sigarette, bottigliette di plastica. Le piante che ho visto, le gramigne, le margherite. Abbiamo sentito un po’ di puzza e poi siamo rientrati a scuola.

Soufian

Oggi io e i miei compagni abbiamo visto delle spighe che salivano nelle maniche, dei fiori: margherite e campanelle. Abbiamo visto una macello: cartoni di pizza, bottiglie rotte, barretta di cioccolata vuote per terra, cartacce di caramelle sui fiori. Io credo che sia un’ingiustizia buttare cartacce per terra.

Sabrina Betta

Stamattina siamo usciti nel cortile della scuola e abbiamo visto un porcile e abbiamo visto le margherite, le rose e la gramigna. E siamo andati a vedere il cortile delle medie. C’erano cartacce, fazzoletti, penne, gomme da masticare, patatine. Abbiamo fatto le rondinelle e abbiamo visto cartacce di pizza.

Margherita.

Stamattina siamo usciti nel cortile della scuola e abbiamo visto l’erba alta. La maestra ha fatto vedere che con  la spiga di grano si può fare una rondine. Poi abbiamo visto che con un’altra pianta che sembrava una spiga di grano non matura la maestra ci ha fatto il solletico. Abbiamo visto che nell’erba c’era tanta spazzatura: fazzoletti, gomma da masticare, penne scariche,  lattine di bibite, giornali, bottiglie, scatole. Però c’era l’erba alta e quindi non si vedeva tanto dove si metteva i piedi.

Anderson

La mattina siamo andati nel cortile della scuola un po’ a vedere l’ambiente e abbiamo visto tanta ma tanta spazzatura. C’erano gomme da masticare, c’erano anche gomme, una penna, deve essere pulito, pieno di fiori tipo i soffioni, i girasoli, la gramigna e tanti più fiori di quanto mi immaginassi. Poi siamo andati in classe e adesso sono qua a fare questo lavoro.

Diana.

Stamattina siamo andati nel cortile della scuola. Abbiamo visto dei fiori viola dove le api vanno a prendere il nettare. Dopo abbiamo visto le rondinelle. Poi siamo andati nell’altro cortiletto. La maestra dopo mi ha messo nella manica la gramigna. Dopo la maestra ha preso un tipo di erba che ci faceva il solletico. C’era tanta cartaccia sull’erba: bottiglie, gomme da masticare, sacchetti di patatine, lattine di birra e ancora di più. Mi è piaciuto! È stato bellissimo!

Hiba Sakhi

Oggi siamo andati fuori nel cortile della scuola e abbiamo visto i fiori e la spazzatura e i fiori erano margherite, i fiori della campagna e anche degli altri fiori e la spazzatura era dovunque e a me questa non piace.

Alberto

Io penso che nel nostro cortile non dobbiamo sporcare perché inquiniamo la natura e quelli che la fanno sono proprio maleducati. Altre tutto c’era anche un porcile. C’erano fazzoletti, bottiglie, pacchetti di gomme da masticare, pacchetti di patatine. E c’era una puzza terribile che non si poteva respirare. Però il bello di questo prato è che c’erano tantissimi fiori di colore giallo, bianco, viola e i miei preferiti erano i soffioni, le colombine e la gramigna.

Martina

Al mattino siamo andati dalla scuola. Abbiamo visto molta spazzatura e abbiamo visto bottiglie di cocacola, vino e abbiamo visto molti fiori profumati. La maestra ci ha fatto vedere fiori e quelle rondinelle, fatte dalla maestra Tiziana

Dennis Urgu

Stamattina io e la mia classe siamo andati a vedere nel giardino della scuola come la gente tratta l’ambiente della scuola: abbiamo visto che buttavano le lattine per terra, lanciavamo i sacchetti di patatine per terra poi ho visto fiori, piante spezzate poi ho provato la gramigna che mi è scesa nella manica e ora non la trovo più. I ragazzi più grandi non dovrebbero fare così perché poi diventa un porcile il nostro giardino della scuola!

Samira

Stamattina siamo usciti a osservare quanta sporcizia buttano nel cortile della scuola. Abbiamo visto tanti rifiuti tipo: la bottiglia, lattine, penne e gomme da masticare. Io mi sono messa la gramigna nella manica. È un tipo di pianta che cammina da sola dopo un po’ è arrivata nella spalla.

Andrea Varrone

Abbiamo visto nel giardino della scuola un cedro Atlantica, cardi selvatici, spighe del diavolo, margherite, l’erba che fa il solletico, acero Plataaide, cedri Deodora. Nel “porcile” abbiamo visto: giornali, carta, qualche bottiglia, lattina, cartoni di pizze. Soprattutto dobbiamo tenere l’ambiente pulito ed eliminare la spazzatura.

Anna

Stamattina siamo andati nel cortile della scuola! Abbiamo trovato tanti bei fiori l’erba era meravigliosa solo che da un’altra parte del cortile, c’era tanta spazzatura buttata per terra. Che sfortuna! I ragazzi più grandi ci hanno rovinato il cortile!!! Ad un certo punto la maestra ha trovato una gramigna e l’ha messa nel grembiule della mia amica e dopo due minuti è salita fin alla spalla! Il nostro ambiente è la scuola noi lo vogliamo pulito.

Niccolò

Io e i miei amici siamo andati nel cortile della scuola, abbiamo visto rondinelle e gramigna, fiori e tanta erba grande grande e la cosa che non mi era piaciuta era quella schifosa sporcizia e la parte che mi era piaciuta è quando siamo andati in giardino e la più bella è quando ho visto i fiori. Questa giornata è stata bellissima e mi era piaciuto tanto andare fuori.

Matteo

Sono andato nel cortile della scuola ho visto dei giardini. Il primo giardino era un po’ sporco e l’altro giardino aveva una metà tutta sporca e c’erano bottiglie di vetro, lattine di Cocacola, penne, pacchetti di fazzoletti, carte da gomma da masticare insomma era un autentico porcile. I grandi si credono il Padre Eterno. Però abbiamo visto tanti bei fiori: uno si chiamava coda di rondine e un’altra spiga del diabolo e un altro ancora chiamato soffione. È stato divertente e so una cosa: le persone sono veramente maleducate.

 

Obbiettivo didattico trasversale svolto dalle insegnanti Tiziana Riccardi e Donatella Pitturazzi

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina