Home | Novi Ligure e il Novese | Racchette roventi

BadmintoNovi on the Rocks!

Racchette roventi

Boccardo BadmintoNovi
Grandi risultati per gli atleti del Boccardo BadmintoNovi nel “Torneo Internazionale della Gioventù’ ” che si è svolto in questo fine settimana a Merano.
La presenza dei nazionali del Qatar elevava ulteriormente il tasso tecnico del torneo che vedeva ben otto nazioni europee al via. I giovani novesi non hanno sfigurato alle prese con i loro coetanei internazionali ,ottenendo numerose vittorie e solo per poco non veniva conquistato l’oro con Stefano D’Elia che assieme al suo compagno altoatesino Rudi Sagmeister superava i primi turni del Doppio Under 15 in scioltezza scontrandosi in semifinale contro i quotati sloveni Tej Kolar- Ian Spiller, scoglio superato 21-18 22-20 con gli avversari mai domi e sempre pronti a replicare punto su punto. Niente da fare invece contro la coppia austro-altoatesina Elias Oberschmied-Gregor Radner,forse le due ore e mezza di gioco nella mattinata hanno condizionato il rendimento del biancoceleste che terminava con uno splendido argento al collo il torneo.
I croati Luka Ban-Josip Meglic fermano nei quarti del Doppio U 13 l’ottima prova della coppia Luca Ottaviano-Federico Demicheli, con quest’ultimo che supera il girone eliminatorio del Singolare per essere poi eliminato dal maltese Mark Abela.
Nella fascia che và dai 17 ai 19 Manuel Scafuri cede ai quarti contro il tedesco Markus Maierhofer imitato purtroppo da compagno di squadra Tommaso Cardi ad opera del lombardo Nicola Vertua, ambedue avevano superato gli insidiosi gironi eliminatori.
Da menzionare l’incredibile match nel Doppio U 19 da parte del duo Daniele Serventi-David Capozza che nei quarti incontrano il campione degli ultimi Assoluti di Doppio Misto Pirmin Klotzner ( nonchè atleta in forza al BadmintoNovi per il Campionato a Squadre di Serie A )
e la promessa azzurra Philip Pontiero. Il risultato di 16-21 18-21 è quasi una vittoria per i ragazzi del coach Tomasello che conferma la tesi che nessun incontro è perso a prescindere.
Ma sono le ragazze a dare al tecnico biancoceleste le maggiori soddisfazioni, con Camilla Negri
che arriva alla finale dell’Under 17 come un rullo compressore cedendo il primo set solamente in semifinale alla teutonica Janina Feibicke. La partita per il primo posto parte bene con la conquista del primo set a danno dell’austriaca Natalie Herbst che però ,denotando una maggiore tenuta atletica ,si riprende e chiude i due set a suo favore per 21-9 21-12. E dopo un secondo arriva anche un terzo posto ,sempre nella stessa fascia di età,ad opera di Costanza Sansebastiano e Sofia Zacco bloccate a un passo dalla finale dalle tedesche Feibicke-Helbig. Le racchette sono sempre roventi a Novi!

Foto di Stefano D'Elia e  Camilla Negri

 Stefano D’Elia

 

Camilla Negri

Camilla Negri

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina