Home | Appennino | L’oro (di)vino

Un’eccellenza da scoprire: l’Ovada docg

L’oro (di)vino

Riceviamo e pubblichiamo

IN COLLABORAZIONE CON IL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO
ROCCO DI CARPENETO – VINI D’ALTO MONFERRATO
APRE PER L’INTERA GIORNATA DI DOMENICA 25 MAGGIO 2014
LA PROPRIA CANTINA E I PROPRI VIGNETI
A TUTTI GLI APPASSIONATI, ENONAUTI, VIAGGIATORI DI ASSAGGI

A PARTIRE DALLE 10:00
BANCO DI ASSAGGIO CONTINUATIVO
DEGLI OVADA DOCG DI ROCCO DI CARPENETO:
Tuttounaltrodolcetto
CON MUSICA DI TRADIZIONE POPOLARE
Saranno con noi anche gli amici di Cascina Garitana con la loro Barbera d’Asti
10:15, 15:00, 18:00
VISITE GUIDATE A VIGNETI E CANTINA
12:00
L’OVADA DOCG, IL DOLCETTO A OVADA, PINO RATTO:
DUE CHIACCHIERE ALLEGRE E POLEMICHE
DI LIDIA CARBONETTI (TITOLARE ED ENOLOGA) E PAOLO BARETTA (ENODEVOTO)
13:00
LE RADICI NEL PIATTO: GLI AGNOLOTTI NEL VINO
La partecipazione all’evento prevede il pagamento di un ticket di 5€,
inclusivo di una coppa di agnolotti nel vino,
e sarà completamente rimborsato all’acquisto di una bottiglia
Per ulteriori informazioni sull’evento e su come raggiungere Rocco di Carpeneto consultate il sito
www.roccodicarpeneto.it e la pagina Facebook Rocco di Carpeneto
è gradita la prenotazione (0143.85492 – 348.8101442 – 348.7272725)
1° ENOTOUR DELL’ALTO MONFERRATO OVADESE
Insieme ad altri quattro produttori appartenenti al Consorzio di Tutela dell’Ovada docg (Ca’ del
Bric, Cascina Boccaccio, Cascina Gentile, Federico Pesce) Rocco di Carpeneto – vini d’Alto
Monferrato organizza in occasione dell’edizione 2014 di Cantine Aperte il 1° Enotour dell’Alto
Monferrato Ovadese. Il funzionamento del tour è semplicissimo: in ciascuna azienda partecipante
l’enoturista riceverà un minipassaporto, inizialmente timbrato dall’azienda in questione. Con
questo passaporto si potranno poi raccogliere, visitando le altre aziende del circuito, successivi
timbri. Al raggiungimento del terzo timbro, l’enoturista si vedrà assegnato un voucher, valevole
per tutto l’anno, che darà sin da subito diritto al riconoscimento di uno sconto del 15% su tutti gli
acquisti di vini effettuati direttamente presso le aziende del circuito; e abbinerà al voucher
l’esperienza di una vera conoscenza di territorio, fatta di incontri con vignaioli autentici e tra di
loro amici, e non limitata, come scriveva M. Soldati nel suo straordinario “Vino al vino”,
all’assaggio “di due o tre sorsi, o anche un bicchierotto”.

 

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina