Home | Appennino | Il voto (politico) nell’entroterra genovese

Analisi del voto delle europee aspettando i Sindaci

Il voto (politico) nell’entroterra genovese

images La maggioranza dei Comuni dell’entroterra genovese sta aspettando, con molta trepidazione, le quattordici di oggi, quando inizieranno gli scrutini per sapere chi saranno i nuovi sindaci in Val Polcevera, Valle Scrivia e Val Trebbia. Un voto molto sentito, anche dopo gli attacchi pesanti avvenuti in campagna elettorale, specialmente in due-tre comuni, con scontri arrivati fino a toccare, purtroppo, anche la sfera personale dei singoli candidati.

Ma in attesa di sapere cosa diranno le urne oggi, abbiamo i dati del voto politico nei vari comuni interni, diciamo che non ci sono molte sorprese, anche la nostra zona di riferimento segue il trend nazionale, con un Partito Democratico che realizza un vero e proprio boom di voti, un Movimento Cinque Stelle che cala ma tiene, una Forza Italia in crisi, una Lega Nord e L’Altra Europa in aumento ed un Nuovo Centrodestra che non sfonda. Pochi i voti, anche qui, ai partiti rimasti sotto la soglia di sbarramento. Ma vediamo in dettaglio:

VAL POLCEVERA:

A Campomorone fortissima affermazione del PD (48.6%), seguito da M5S (26%), FI (9.4%), AE (5%), LN (4.8%), NCD (2.7%) Nella vicina Ceranesi risultati abbastanza simili, in testa nettamente il PD (45.2%) ma tiene molto bene il M5S (33%), forte dell’opposizione al Terzo Valico, ancora più bassa FI (8.1%), seguita da LN (4.2%), AE (3.2%) e NCD (2.5%). Non molto diversi i risultati di Serra Riccò con un PD anche qui assolutamente primo (45.3%), seguito dal M5S (30.4%), FI (8.7%), LN (5.2%), AE (4.2%) e NCD (2.2%). A Sant’Olcese, uno dei comuni più “caldi” per quanto riguarda il voto amministrativo si afferma nettamente il PD (46.7%), seguito da M5S (30.5%), FI (7.1%), LN (5.3%), AE (4.3%) e NCD (2%). Spostandoci a Mignanego, il comune “di confine” il voto ha premiato decisamente il PD (44.3%), anche se in percentuale leggermente minore degli altri Comuni, dietro il M5S (29.8%), FI (8.9%), risultato abbastanza clamoroso di LN (6.8%), forse dovuto alla presenza di una sua lista anche alle elezioni amministrative, bene anche AE (4.9%), quasi inesistente NCD (1.6%).

VALLE SCRIVIA:

Cosa è avvenuto nella terra di origine di Beppe Grillo? Vediamolo Comune per Comune : a Busalla, il Comune storicamente più vicino al centrosinistra della Vallata, dove però la sfida per il voto amministrativo è la più aperta ed incerta dell’interno entroterra il PD vince nettamente (40.3%), seguito da M5S (27.1%), FI (12.9%), forte affermazione della LN (6.7%), buoni risultati di AE (4.2%) e NCD (3.2%). Clamoroso a Savignone, il paese natale di Grillo, il PD è primo (36.4%), davanti al M5S (33%), dietro FI (12.3%), LN (6.2%), AE (4.2%) e NCD (3.2%). I pentastellati però si prendono una secca rivincita a Casella, dove tra l’altro è in campo per le amministrative proprio una lista dei 5 Stelle, qui il M5S è in testa (36.3%), davanti al PD (34.5%), FI (13.5%), LN (5.7%), AE (3.8%) e NCD (1.6%). Nella limitrofa Montoggio, comune non al voto amministrativo, i risultati tornano in linea con il resto della vallata, il PD è in testa (38.7%), seguito dal M5S (34.6%), FI (12.1%), LN (5.2%), AE (3.9%) e NCD (1.7%). Facendo tappa nei piccoli comuni della Valle ecco che Valbrevenna riserva un’altra sorpresa, il M5S è decisamente in testa (39.7%), seguito dal PD (32.2%), FI (10.1%), LN (6.4%), AE (5.2%), e NCD (1.8%). A Vobbia ritorna il testa il PD (37.3%), seguito dal M5S (33.7%), FI (9.3%), LN (7.3%), AE e NCD appaiati (4.1%). A Crocefieschi anche qui vince il PD (35.5%), seguito da M5S (26.3%), FI (14.1%), LN (9.7%), AE (5.3%) e NCD (4.7%). Infine i due Comuni vicini al Piemonte, Ronco Scrivia e Isola del Cantone, dove il centrodestra era più forte hanno premiato anch’essi il Partito Democratico. A Ronco Scrivia nettissima affermazione del PD (44%), seguito da M5S (29.1%), FI (10.5%), LN (5.6%), AE (4.2%) e NCD (2.6%), ad Isola del Cantone, altro comune chiamato ad eleggere il nuovo Sindaco, saldamente in testa il PD (42.1%), seguito da M5S (24.7%), FI (15.1%), LN (6%), buon risultato del NCD (4.7%), seguito da AE (2.9%).

VAL TREBBIA ED ALTA VAL BISAGNO:

Come è andata la zona che alle ultime elezioni aveva fatto registrare i consensi più forti al Movimento 5 Stelle? A Bargagli il PD (37.9%) si “riprende” il Comune, davanti , di pochissimo al M5S (37.7%), dietro FI (10.7%), LN (4.7%), AE (3.4%), NCD (1.8%). Il Movimento 5 Stelle però si prende la rivincita nella vicina Davagna, uno dei Comuni dove il voto amministrativo è assolutamente apertissimo, con M5S saldamente in testa (37.6%), seguito da PD (34.7%), FI (10.8%), LN (7.2%), AE (3.0%) e NCD (1.4%). A Torriglia anche qui il PD (37.8%) torna ad essere nettamente il primo partito, davanti al M5S (28.6%), FI (15.7%), LN (8.1%), NCD (3.5%) e AE (2.9%). Infine i piccoli comuni della Val Trebbia, il Partito Democratico vince a Fontanigorda (49.6%), Fascia (33.3%), Propata (51.6%), Rondanina (52.1%) e Rovegno (36.4%), Forza Italia si consola con Gorreto (26%), mentre un assoluto pareggio tra PD e M5S è avvenuto a Montebruno (26.6%).

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina