Home | Entroterra Genovese | Busalla : riflessioni post-elezioni

La lettera di Roberto Surace sulla campagna elettorale

Busalla : riflessioni post-elezioni

roberto surace Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di Roberto Surace, che racconta la sua campagna elettorale di Busalla, con alcuni spunti molto interessanti.

Carissimi cittadini, Sindaci, Assessori, Consiglieri di tutta la valle, vorrei raccontarvi alcuni fatti davvero importanti per me e la mia lista, considerata da qualcuno non competente!!!

Innanzi tutto vorrei precisare che il gruppo è nato apposta per togliere tutti i riciclati che ronzano come mosche nel Comune di Busalla e, per tale ragione, ritengo che persone che non sono del luogo e non hanno nessun tipo di interesse avrebbero lavorato e costruito le basi per rinnovare il paese…per me questo è un punto fermo.

Avrei potuto cercare persone del luogo per creare la mia lista, potevo avere in lista avvocati architetti e persone altamente qualificate, ma ho preferito così….

Mi sono fatto personalmente quasi tutte le vie di Busalla a piedi consegnando spiegando chi eravamo e cosa volevamo fare per questo paese, le prime battute erano ma sei con Maieron.. Ah perché Pastorino non lo voto più….io rispondevo no, anche se non capivo cosa centrava Pastorino con Maieron…

Io rispondevo : Corro da solo, e in tutta risposta mi sentivo dire bravo ci faccio un pensierino, qua serve un cambiamento e gente giovane e determinata, le persone testate erano all’incirca tre-quattrocento, a Sarissola i miei volantini sparivano dalle cassette e, come per magia, dopo qualche ora trovavi le lettere di Maieron e Bellina ed i miei cartelloni strappati, un’autentica vergogna!!!

Vi racconto brevemente come è iniziato il tutto : un giorno mi reco in comune a Busalla e chiedo i moduli per la presentazione della lista, ovviamente mi sono sentito dire se stavo scherzando e io risposi di no…. quindi ritirai i moduli ed iniziai la mia raccolta di firme.

Poi, qualche giorno dopo, mi arriva una telefonata e mi chiedevano se potevo unire le forze e creare la lista insieme, io ho accettato e cosi abbiamo iniziato, penso che dal principio si sapeva chi avrebbe vinto le amministrative a Busalla.

Sempre nei giorni avvenire ricevo un’altra telefonata, una persona mi chiedeva di invitare un esponente del PD che gareggiava per le europee, prendendo la Sala del Comune per invitare più cittadini ad ascoltare gli argomenti della stessa, che si autopromuoveva per le Europee, ovviamente mi sono attivato subito perché credevo a quello che mi era stato detto, ma anche in questo non si finisce mai di imparare, primo perché naturalmente questa persona non sarebbe mai venuta ad affrontare questi temi con i cittadini di Busalla in quanto io non facevo parte del PD, secondo perché non era poi così importante questa persona…

Io e la mia lista abbiamo speso speso i soldi nostri per fare campagna elettorale, denaro dei nostri stipendi.

Avevo tre progetti importanti per il paese, per tutti gli altri dovevamo prima conquistare la fiducia dei cittadini, poi avremmo cominciato il lavoro, questo era il mio unico obiettivo, non volevo fare un programma di larghe vedute anche perché fai presto a perdere credibilità se non ottieni almeno un risultato, ecco perché volevo concentrarmi solo sul progetto giovani, Villa Borzino, IPLOM e OSPEDALE…per queste due cose fondamentali (tolto iplom e ospedale) il Comune non avrebbe speso neppure un centesimo, avevo già i contatti dei privati, mi mancava solo il dibattito con la Regione e la Sanità, per quest’ultimo punto avrei combattuto fino al punto di farli cedere per stanchezza per l’ospedale…

IPLOM, tasto dolente per tante persone poco informate anzi oserei dire informate male.

Se pensate cari cittadini che all’iplom in campagna elettorale gli hanno sempre dato contro, pur sapendo che è una delle raffinerie più sicure d’Europa, ma si sa che in campagna elettorale tutto é concesso….

Io non avrei mai remato contro la IPLOM, primo perché la stessa avrebbe potuto offrire ottimi vantaggi per il paese, secondo non dimentichiamo che vi lavorano centinaia di persone con famiglia….

Ė vergognoso aver usato la Raffineria solo per ricevere donazioni, donazioni che mi auguro che la stessa raffineria non corrisponda mai più a chi gli ha sputato sentenza da sempre, soprattutto al Comune di Busalla che pare prenda una tangente (donazione) ogni anno dala Iplom.

Mi guardo intorno e vedo tanti soldi spesi per sostenere certe liste, chi ha sostenuto dette liste ha speso soldi degli italiani….questi sono i tagli della politica???

In questa campagna non sono mancate le forti opposizioni per cercare di affondare le liste…. Qualcuno si è coperto di ridicolo mettendo in piazza un personaggio con la faccia pitturata di nero…Obama in città, ma no! Guarda bene è la Pinotti….ah ah ah ah mi scappa da ridere…

Io penso che non è quello che i cittadini si meritano, la gente vorrebbe maggior sicurezza sui punti fondamentali di tutti i giorni, ma si sa, noi per fare brutte figure siamo i primi della lista in tutto il mondo….

Una lista votata dai giovani che viaggiano sui siti, ma tradita dai vecchi che puntualmente gli hanno girato la schiena votando il riciclato, non voglio credere che questo paese è ancora arretrato e desidera restare chiuso in un armadio, magari facendo invecchiare anche i giovani prima del tempo…

 

Qualcuno mi aveva anche detto che sarei stato fondamentale, forse perché nei miei discorsi hanno visto la mia sincerità e voglia di fare per questo paese…oppure perché hanno visto una persona determinata!!!

In questo periodo davvero intenso troppi discorsi strozzati, tante voci chiuse nel silenzio mentre tutti sapevano chi avrebbe vinto. Che tristezza!!!

Cari sindaci, consiglieri assessori di tutta la valle, vorrei darvi un consiglio : siate sempre onesti e sinceri con i vostri cittadini, perché sono i cittadini che rappresentano il paese, non il sindaco e neppure un partito, ma soltanto chi ogni giorno cerca di sopravvivere a tutte queste situazioni di disagio.

La voglia di fare é congelata per me, adesso resta solo la delusione.

Aggiungo che le trattative x il bene di un paese con i grandi vanno prese di persona, non bisogna mai delegare altri…

Il Sindaco rappresenta e deve rappresentare il cittadino sempre nel bene e nel male!!!

Non esistono scuse ho impegni di altro genere se non per il bene del paese, quando incontrerò un sindaco così tornerò al voto.

Spero che queste parole vengano recepite da ogni sindaco in valle

Cordiali saluti.

Roberto Surace

Lettere alla Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina