Home | Appennino | CostituiAMO

La recita-seminario dei bambini delle classi quinte elementari della scuola Saracco di Acqui Terme

CostituiAMO

CostituiAMO, questo il titolo della rappresentazione teatrale che gli alunni delle scuole “G. Saracco” di Acqui Terme hanno messo in scena la mattina del 5 giugno su un palco improvvisato in viale Saffi a Novi Ligure, di fronte al Monumento alla Costituzione al quale erano venuti in visita di studio. Alla presenza del Sindaco di Novi Ligure, Lorenzo Robbiano, dell’Assessore alla Cultura, Felicia Broda e del Comandante della Polfer di Novi Ligure, Alessandro Serratto, gli alunni della città termale, accompagnati dalla loro dirigente, Silvia Miraglia, e dalle maestre che li hanno preparati, hanno ricostruito il percorso storico di come si è giunti alla conquista delle moderne costituzioni. E così alternandosi sul palco, di volta in volta hanno vestito i panni di Giovanni Senza Terra, ricordando la concessione della Magna Charta Libertatum, quelli di Luigi XVI e di Maria Antonietta, condotti dai sanculotti alla ghigliottina sventolando un cartello inneggiante alla libertà, all’uguaglianza e alla fraternità, e poi quelli di tutti i re di Casa Savoia, da Carlo Alberto con il suo Statuto Albertino, e dal primo Re d’Italia, Vittorio Emaniuele II, sino al “Re di maggio”, Umberto II, sino al Referendum Monarchia/Repubblica del 2 giugno 1946 e all’entrata in vigore della Costituzione repubblicana il 1° gennaio 1948. Immancabili i personaggi come Mazzini, Cavour, Garibaldi, Enrico De Nicola e Alcide De Gasperi. Applausi scroscianti e sostegno di un pubblico veramente sorpreso da questa iniziativa organizzata, con il patrocinio del comune, da “l’inchiostro fresco” per concorrere a portare la Costituzione in mezzo alla gente.

WP_000432 WP_000433 WP_000435CatturaCattura88Cattura77Cattura88  Cattura66 Cattura55 Cattura44 Cattura33 Cattura2 Cattura WP_000452 WP_000453 WP_000450 WP_000449Cattura55Cattura44 WP_000432

Federico Cabella
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina