Home | Novi Ligure e il Novese | Muliere “E ora viene il bello!”. Gallo ” Di sana e robusta opposizione”

Rocchino Muliere con il 59,3% dei voti diventa il sindaco di Novi Ligure. A Fabrizio Gallo l'onore delle armi

Muliere “E ora viene il bello!”. Gallo ” Di sana e robusta opposizione”

Abbiamo intervistato il neosindaco di Novi Rocchino Muliere, visibilmente emozionato per l’affermazione del Partito Democratico: “Voglio ringraziare i cittadini che mi hanno dato fiducia perché questo voto non era altro che una dimostrazione di fiducia dei novesi nei confronti del loro futuro sindaco.Cattura2

 

Ringrazio anche tutti  i consiglieri, gli amici e i sostenitori che mi hanno aiutato ad animare questa campagna elettorale, tanto ricca di iniziative e di momenti da ricordare. Sicuramente è stata una partita elettorale giocata fino alla fine, soprattutto negli ultimi, infuocati, giorni prima del ballottaggio. Ora però viene la sfida più importante: il governo della città, l’amministrazione di Novi. Avere così tanta gente che ti ha sostenuto vuol dire avere un serbatoio di consensi e di fiducia che non dev’essere dilapidato, anzi. Bisogna incrementare la fiducia, rendere Novi una città bella e vivibile. Coerentemente con i tempi “tecnici” voglio mettermi al lavoro: non vedo, sinceramente, l’ora!”.

 

 

 

 

Da noi raggiunto Fabrizio Gallo, che si è attestato ad un onorevole 40% , ha voluto riassumere il proprio pensiero con queste parole:

Io sono un diesel e tanti amici e conoscenti, ma anche oppositori politici mi hanno detto che sono molto cresciuto nel prosieguo della campagna. Dall’inizio noi del MoVimento Cinque Stelle abbiamo puntato al ballottaggio e questo abbiamo ottenuto. Tenere sotto il 60% il Partito Democratico in una tornata elettorale così favorevole a loro e in una città, storicamente di Sinistra, come Novi, vuol dire avere un largo consenso. E poi non possono succedere due miracoli nello stesso giorno: non può cadere Livorno e contemporaneamente anche Novi.Gallo

Da oggi noi del MoVimento faremo opposizione: che non vorrà dire essere contrari a prescindere, ma essere costruttivi per il bene della città. E non solo. Saremo anche il primo organo di informazione per i cittadini, il filo diretto tra il “palazzo” e la cittadinanza. Se ho rinunciato a candidarmi in Regione per fare il candidato sindaco di questa città è perché l’amo profondamente. Noi del MoVimento siamo qui e tra cinque anni ci presenteremo ancora: questa volta per vincere. Come hanno cantato i Pink Floyd anni fa “Another brick in the wall”.

Mattia Nesto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina