Home | Entroterra Genovese | Giuseppe Coniglio : Busalla un comune famigliare?

Il fustigatore della Valle Scrivia alla carica contro il sindaco Loris Maieron

Giuseppe Coniglio : Busalla un comune famigliare?

giuseppe coniglio Giuseppe Coniglio, il fustigatore della politica della Valle Scrivia torna alla carica, con una serie di domande apertamente rivolte al nuovo sindaco di Busalla, Loris Maieron ed alla sua giunta.

Sig. Coniglio, da dove partiamo nell’elenco delle cose che non vanno nell’attuale giunta busallese?

Parto da cinque giorni prima dalle elezioni comunali, quando si sono svolte le elezioni per il rinnovo della Croce Verde, all’interno del cui consiglio erano candidati lo stesso Maieron ,e Marco Repetto. Non posso dire se ciò ha spostato voti, ma è stata una cosa assolutamente inopportuna farla in questo periodo, ed anche il sindaco uscente lo ha fatto presente. Se andiamo a vedere i voti che ha preso Marco Repetto, che oggi è assessore, e Loris Maieron (eletto vicepresidente) all’interno della Croce sono circa 250 voti, che penso siano serviti anche in campagna elettorale. Sono apertamente amareggiato per un comportamento a dir poco “ingenuo” della Croce Verde, anche perché le pubbliche assistenze, per loro statuto, non possono fare politica. Se ciò invece fosse voluto allora sono state prese in giro seimila persone e queste elezioni sono una farsa…

Inoltre anche in rete denunciava l’eccessivo accumulo di cariche da parte del sindaco Maieron…

Esattamente, da una parte ha rispettato la volontà degli elettori, dando un contentino sia alla sinistra che alla destra, con un sistema degno del manuale Cencelli per accontentare il minestrone di forze politiche che lo hanno sostenuto (molti dei suoi assessori e consiglieri sono dichiaratamente di sinistra). Personalmente ritengo che Maieron, con queste premesse, non durerà più di due anni. Busalla non ha bisogno di una giunta appartentata con dipendenti comunali, anche con cariche importanti, partenti o amici pensiamo sia corretto stiano fuori dal comune , ma ha bisogno di persone che lavorino senza pensare che faccio con i miei parenti??? ., guardando gli assessorati che il Sindaco si è tenuto per se vengono i brividi : bilancio, personale, uffici tecnici, affari generali, tenendo tutto quello che poteva tenersi e dando agli assessori dei compiti marginali.

Un altro attacco lo rivolgeva alla lista “Punto a capo” che ha sostenuto Pietro Bellina come candidato sindaco, ci spiega meglio?

Più che della lista “Punto a capo” bisogna analizzare la condizione del Partito Democratico di Busalla, o almeno di quello che sarebbe la sua parte ufficiale. All’interno del Pd locale c’è, quantomeno molta ingenuità, perché aver mantenuto, dopo queste elezioni, personaggi come Marco Bagnasco già perdente contro Pastorino nel 2009, che in questi cinque anni ha fatto un’opposizione strumentale su tutto : lettere commissariamenti e vari, lettere lette in aula dalla maggioranza, opposizione talvolta di convenienza, per esempio su una mozione IPLOM dove un ex assessore della giunta Pastorino ne chiedeva la modifica del contenuto, le opposizioni accettavo tale svuotamento, la mozione moriva miseramente, dopo poco tempo troviamo lo stesso ex assessore all’interno dello staff di Bellina. Infine la votazione importantissima sull’unione dei comuni …ebbene tutta Busalla Democratica assente!

A cosa da la colpa della difficile situazione del circolo del Pd locale?

In campagna elettorale hanno fatto delle figuracce, come il mancato arrivo del ministro Roberta Pinotti e l’essersi attaccati ad un manifesto simpatico della lista Parodi, facendo arrivare il finto Obama. con personaggi in tuta mimetica ,che stonano molto con il senso di democrazia che “distingue” il PD Quello che è più grave è che il coordinamento è stato nominato il 21 maggio, appena quattro giorni prima delle elezioni, tutto per mano del commissario del Pd locale, nonché sindaco di Ronco Scrivia, nonché presidente dell’Unione dei Comuni, nonché membro del coordinamento regionale del Partito Democratico nonchè membro per la citta metropolitana … E’ abbastanza preoccupante che, per la seconda volta, il Pd è ampiamente primo partito alle elezioni qui a Busalla e poi perde una marea di voti quando si vota il sindaco. Comunque ho chiesto al segretario del Pd di Busalla, Giuliano Zorzan, la tessera e spero che mi venga concessa

Che cosa è successo il giorno dell’insediamento del nuovo sindaco?

Innanzi tutto si è vista la stupidità politica di alcune persone che, pur facendo politica da una vita, non conoscono i regolamenti. vedi il regolamento sull’unione, uno degli articoli dice esplicitamente che in caso di parità tra i membri di opposizione all’Unione dei Comuni, il il seggio, sarebbe andato una donna, in mancanza al più giovane, personaggi che da tutta la vita sono in politica , personaggi sapientoni del PD locale avrebbero dovuto capire una malizia così banale… Ritengo sia stato un capolavoro di stupidità politica, ma avevo avvisato il segretario provinciale Terrile di chi avevano sul territorio

Ritornando alle decisioni prese da Maieron che cosa c’è che non quadra secondo lei?

IL Sindaco dimentica una cosa : all’interno del Comune di Busalla vi sono dei dipendenti, di cui una di questi è sua moglie (Ufficio Tecnico) e quindi, lui non può fare per logica, per correttezza e forse anche per legge il capo del personale, affari generali urbanistica tecnico e bilancio; inoltre Maieron ha dato incarico di delega alle frazioni ad una persona i cui genitori lavorano in comune, con incarichi delicati . Questo non è più il Comune Di Busalla, al di sopra delle parti, ma il comune della Sacra Famiglia. Se queste cose non vengono immediatamente eliminate la lista Maieron avrà delle difficoltà a portare avanti la legislatura. A breve presenteremo un ricorso in Prefettura contro l’ incompatibilità del sindaco Maieron, quello che altresì mi meraviglia in questa situazione è il perché i sindaci neoeletti non abbiano ancora chiesto la remissione del mandato di Simone Franceschi come presidente dell’unione.

Simone Franceschi dovrebbe lasciare la carica di presidente dell’Unione dei Comuni della Valle Scrivia?

E’ una cosa prevista dallo statuto, quando anche un solo Comune facente parte di un Unione cambia amministrazione bisogna rivotare il presidente, qui ad aver cambiato amministrazione sono cinque comuni su nove e, lo stesso comune del presidente andrà al voto il prossimo anno . Quindi perché nessuno dei sindaci ha chiesto le dimissioni di Franceschi? Perchè Franceschi stesso non ha ancora rimesso il mandato?.. domande che il cittadini si sta ponendo con sempre maggiore insistenza

Infine, tornando a lei, dopo l’esperienza di “Busalla Libera e Democratica” si interesserà sempre attivamente di politica locale?

Si, annuncio che stiamo lavorando alla nascita di un comitato di cittadini arrabbiati, molto arrabbiati … non per pungolare questa amministrazione comunale, che non è partita male ma malissimo, ma per far si che si parlino di cose concrete : la Tav, il Terzo Valico, la Sanità, la Tangenziale, la discarica della Birra di cui nessuno parla. Riguardo proprio alla Tav, abbiamo adesso in Comune un sindaco ingegnere delle Ferrovie ed un capogruppo funzionario della Provincia per le grandi opere, ciò fa nascere i peggiori sospetti. Io, assieme al comitato che si sta costituendo, sto prendendo contatti con i vari comitati presenti sul territorio genovese per cercare di capirne di piu’ su quanto detto sopra.

Per concludere ha ancora qualche “bomba” sulla situazione politica busallese?

Si, voglio riportare quanto scritto sul blog di “Busalla Democratica” di cui riporto integralmente il passaggio : «Affronta il tema caldo dell’ufficio tecnico SGUARNITO dalle ultime “scelte” dalla giunta uscente annunciando contatti per un prossimo “RINFORZI”, saluta con soddisfazione l’avvio da parte della Provincia (ma non avevamo dubbi, al di la delle polemiche pretestuose dei soliti noti) dei lavori del Migliarese, mette in conto un prossimo incontro in Regione sul nuovo Piano Urbanistico Comunale ma soprattutto punta tutto sulle manutenzioni e su un nuovo modo di concepire i rapporti dentro e fuori l’amministrazione». Da qui nascono delle domande spontanee :

1) ma non avevamo l’architetto Gazzotti responsabile dell’Ufficio?

2) A cosa è servito l’arrivo di una nuova impiegata quando non ne avevamo bisogno?

3) Quali sono i compiti di detta impiegata?

Cosa si può dedurre da tutto ciò?

Credo che qualcuno abbia preso il Comune di Busalla come una “proprietà privata” e ciò è inammissibile… Se dovesse arrivare il rinforzo di un architetto presso l’Ufficio tecnico allora ci domandiamo dove si trovavano le opposizioni durante questo strano trasferimento, o meglio dire “cambio di personale”?

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

3 commenti

  1. Senza voler entrare nel merito delle accurate e pacate considerazioni del Sig. Coniglio (il cui consenso elettorale evidentemente ha schiuso orizzonti luminosi) ed in attesa delle precisazioni della segreteria, ricordo solo che l’adesione al PD non è un gioco per girovaghi della politica ma una scelta ideale. Il Sig. CONIGLIO (noto conoscitore di statuti) sa bene che quello del Pd non consente l’adesione a chi si è candidato contro lo stesso Pd… salvo che il Circolo non intenda decidere diversamente. Viste le parole gentili ed i toni pacati degli ultimi mesi la vedo un filo improbabile :-). Grazie per l’ospitalità.

    Marco Bagnasco
    Resp. Comunicazione Circolo PD Busalla

  2. Caro dott.bagnasco. la prego entri pure nelle mie pacate considerazioni, in quanto al mio luminoso futuro politico…mi viene un ragazzo molto sveglio preparato istruito che faceva il porta borse circa un ventennio fa ….ma che il suo destino fu quello di essere un ex..in quanto all’essere girovago della politica LEI E STATO IL MIO PUNTO DI RIFERIMENTO..gia” della DC.POI DELLA MARGHERITA .POI PDS POI PD forse ne dimentico qualcuno..lo statuto dell’unione e stato fatto anche da lei …io non mi sono mai candidato contro il PD in quanto il pd non mi risulta avesse una lista …se poi sbaglio mi dica di una lettera che prendeva le distanze da busalla democratica …….allora neppure lei puo prendere la tessera…RISPONDA SULLA GAZXOTTI AL POSTO DI SPARARE CAZZATE SENZA SENSO .

  3. La fame di protagonismo, vedo che non si ferma neanche davanti a delle Caporetto.
    Stiamo facendo, faremo, questo non va bene, quello e’ fatto male.
    Perchè non fermarsi, specchiarsi un attimo, e riflettere su certi comprtamenti e su certe azioni, perchè continuare a parlare, parlare parlare, e continuare ad essere degli sconfitti, etrni sconfitti.
    Perchè non passare da Caporetto all’Avventino?
    Le elezioni sono state vinte per questi fatti, grazie a queste persone, non grazie alla Croce Verde; lo statuto dell’unione dei comuni e’ stato cambiato dai “Funzionari” ( altri eterni perdenti) del PD l’anno scorso, perchè c’era gente in minoranza più anziana di loro, e oggi la cosa gli si e’ girata contro.
    Lasciamo questa febbre, ormai malattia, di protagonismo, specialmente quando e’ evidente che non ci considera nessuno.
    Caso mai riprendetela fra 5 anni, così rivinciamo ancora più facilmente, ma almeno Vi rigenerate un po’ il fegato………..
    Grazie per l’ospitalità e saluti

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina