Home | Appennino | Giornata di festa alla Croce Rossa di Vicomorasso

Con l'inaugurazione del nuovo defibrillatore e molto altro

Giornata di festa alla Croce Rossa di Vicomorasso

Croce 9 Giornata importante per la Croce Rossa Italiana di Vicomorasso, frazione di Sant’Olcese, che all’interno della tradizionale festa, della durata di tre giorni (che prosegue fino a questa sera con la disco-music anni ’70-’80), ha inaugurato la nuova colonnina del DEA (Defibrillatore Esterno Automatico).

L’inaugurazione di questo importante strumento, indispensabile per salvare la vita in caso di attacchi cardiaci o malori improvvisi, è avvenuta alla presenza di numerose autorità, quali il sindaco Armando Sanna ed il parroco Don Giulio Ravera. Dopo il discorso inaugurale della presidente del comitato locale, Marta Belli, vi è stata l’intitolazione da parte di un visibilmente commosso presidente del locale circolo Arci, Roberto Ottonelli, allo storico presidente e volontario del Comitato C.R.I., Pietro Mauri, conosciuto da tutti in paese come “schedina”, per anni colonna del volontariato locale, avvenuta alla presenza della moglie e della figlia.

La giornata si è aperta con il saluto delle consorelle presenti, ovvero i comitati della Croce Rossa di Campomorone, Ronco Scrivia e Cogoleto, la Croce Bianca di Torrazza, la Croce d’oro di Manesseno, la Croce Bianca Valsecca-Serra Riccò ed il gruppo Volontari Antincendio di Sant’Olcese, che si sono salutate a colpi di bandiere nel locale campo da calcio. Dopo il saluto la Croce Rossa di Vicomorasso ha simulato una situazione che può avvenire spesso durante gli eventi sportivi : una partita di calcio con il malore improvviso di un giocatore, la simulazione ha visto dapprima la chiamata alla pubblica assistenza e, successivamente, l’immediato intervento dei soccorritori, con il massaggio cardiaco e l’immediato ricovero.

Dopo il ricco rinfresco, messo a disposizione dal locale circolo Arci, vi è stata la presentazione delle diapositive di “Sei di Sant’Olcese se…”, una mostra fotografica nata da un’idea su Facebook che in breve tempo ha raccolto fotografie dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri, che raccontano la storia ed i personaggi del comune polceverasco. Durante l’esposizione delle diapositive molti partecipanti hanno potuto riconoscersi durante gli anni della scuola o le feste paesane, con emozione e divertimento.

Ampia galleria fotografica dell’evento sulla nostra pagina ufficiale Facebook

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina