Home | Magazine | Con la collaborazione a Lerma, si possono fare grandi cose

Intervista a Bruno Aloisio, sindaco rieletto

Con la collaborazione a Lerma, si possono fare grandi cose

Lerma – Abbiamo sentito il sindaco rieletto Bruno Aloisio, a capo di una lista unica cha ha ottenuto il 65% dei consensi lo scorso 25 maggio, per fare un bilancio dopo le elezioni e ascoltare i propositi per la prossima legislatura. Partiamo proprio dalla mancanza di opposizione.

P1180763In effetti essere una lista unica senza competitori è anche un aspetto negativo e attribuisco questo fenomeno, però, alle responsabilità e agli oneri che oggi un primo cittadino ha e che possono portarlo fino ad affrontare procedure penali. Molti si saranno domandati se ne valesse la pena.
Qualche progetto precedente che non si è ancora realizzato come avrebbe voluto?
Essenzialmente due da completare bene: l’unione dei Comuni e l’acquedotto di Lerma. L’Unione, che interessa paesi dal Tobbio alla Colma (Lerma, Casaleggio, Belforte, Montaldeo e Bosio) dovrebbe svilupparsi meglio sulla falsa riga amministrativa e collaborativa di una comunità montana, per migliorare soprattutto la funzionalità e la percorribilità delle Capanne di Marcarolo. Dobbiamo intensificare il dialogo tra noi sindaci cercando di guardare all’interesse delle nostre zone.
L’acquedotto del paese, come si sa, è un mio cavallo di battaglia per il semplice fatto che in estate triplichiamo i residenti e bisogna rendere funzionante anche la seconda vasca dell’impianto comunale.
Su cosa intende puntare per un rilancio di Lerma?
Un nostro punto di forza è senza dubbio la piscina. Dopo aver rifatto una vasca piccola ed una grossa, abbiamo in cantiere molti interventi: un parcheggio sotto il campo sportivo, il rifacimento del tetto e dell’impianto di irrigazione, il cambio di reti e luci e un impianto di pannelli solari per l’acqua calda. In un luogo così frequentato intendiamo anche dotarci di un defibrillatore che però necessita di personale abilitato all’utilizzo.
Infine, un augurio per la sua comunità.
Senz’altro un maggior coinvolgimento dei cittadini nella vita attiva amministrativa, un’intesa sempre costruttiva con le associazioni locali come l’Osservatorio astronomico e la Pro Loco, che è auspicabile che si doti, nel tempo, di una struttura permanente per le feste e le sagre. Infine, per tenere uniti i bambini e i giovani, prosegue come sempre l’esperienza dell’Estate Ragazzi, il nostro fiore all’occhiello e la vera speranza per il futuro di Lerma.

Davide Ferreri
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina