Home | Appennino | Grande successo per l’Expo Alta Val Trebbia

Tenutosi dal 1° al 3 agosto a Loco di Rovegno

Grande successo per l’Expo Alta Val Trebbia

Si è tenuta dal 1° al 3 agosto scorso, nell’area del Bosco della Giaia di Loco di Rovegno, la sesta edizione dell‘Expo Alta Val Trebbia. Anno dopo anno, questa manifestazione, nata nell’ambito della “Rete Expo Liguria”, riscuote sempre maggiore riscontro da parte del pubblico e delle istituzioni.

L’inaugurazione, il pomeriggio del 1°agosto, in una bella giornata di sole che risaltava il verde delle vallate e l’acqua limpida del Fiume Trebbia, è avvenuta alla presenza di numerose istituzioni quali i sindaci della Val Trebbia e dell’alta Val Bisagno, in rappresentanza della Regione Liguria erano presenti Pippo Rossetti (assessore alle finanze e patrimonio), Giovanni Boitano (assessore all’edilizia e lavori pubblici, che è stato per oltre vent’anni sindaco di Favale di Malvaro, comune spartiacque tra la Val Trebbia e la Val Fontanabuona) ed il consigliere regionale Antonino Oliveri, presente anche il Parlamentare Luca Pastorino, presente ovviamente anche il GAL Appennino Genovese, ideatore della manifestazione, con la presidente Marisa Bacigalupo. L’inaugurazione è avvenuta con la benedizione di Don Giacomo Ferraglio, parroco della Chiesa di N.S. della Guardia di Loco di Rovegno e con il taglio del nastro da parte del più piccolo abitante di Loco. Per le amministrazioni locali erano presenti il sindaco di Rovegno, Bruno Pepi ed il vicesindaco Alessio Bianchi, che hanno tenuto il discorso inaugurale, i sindaci di Bargagli (Sergio Aveto), Fascia (Elvio Varni), Fontanigorda (Margherita Asquasciati), Gorreto (Sergio Giancarlo Capelli), Montebruno (Mirko Bardini), Propata (Renato Cogorno) e Torriglia (con il vicesindaco Raffaella Musante).

L’Inchiostro Fresco è stato ben presente all’interno della manifestazione, con le copie del nostro giornale che hanno fatto bella mostra di se (unica testata presente il giorno dell’inaugurazione, ndr) negli stand istituzionali. L’accoglienza da parte dei sindaci della vallata, all’Inchiostro Fresco, è stata a dir poco ottima, segno del buon lavoro svolto, con la testata cartacea e soprattutto con il sito, per far conoscere la Val Trebbia, i suoi eventi e le sue ricchezze.

Diverse le attrattive offerte dall’Expo, una parte l’area “i nostri sapori” dove i visitatori hanno potuto conoscere e gustare le eccellenze del territorio, grazie ai numerosi stand degli espositori presenti : il pubblico ha potuto così confrontare, in una sorta di sfida virtuale i canestrelli di Montebruno, quelli di Ottone e quelli di Torriglia, assaggiare i vini dei Colli Piacentini, i formaggi, anch’essi DOP prodotti a cavallo tra la Provincia di Genova e quella di Piacenza, i celebri salumi di Varzi ed i prodotti biologici delle varie aziende agricole che sono nate in questi anni in Val Trebbia, grazie alla volontà di giovani intraprendenti.

Oltre alla gastronomia, spazio alla natura ed alla cultura, con gli stand istituzionali dei Comuni, ognuno ha fatto conoscere le bellezze e le particolarità del suo territorio, tutti ricchi di storia e di cultura, dal comune di Rovegno, con i suoi splendidi paesaggi che furono cantati dal poeta Giorgio Caproni, a Fontanigorda con il suo ambiente incontaminato e le sue antiche mulattiere, a Gorreto dove si trovano le radici di Cristoforo Colombo e dove la musica (sia folcloristica che classica) la fa da padrone, a Fascia con il suo osservatorio astronomico, a Bargagli con i suoi presepi famosi ormai in tutto il nord Italia, a Torriglia con il suo centro storico, il suo castello e la sua gloriosa storia tra che ha visto avvicendarsi i Fieschi e i Malaspina, a Montebruno con il suo borgo artistico ed il suo ponte in pietra fino alle bellezze naturalistiche del Parco Regionale dell’Antola, presente con un suo ricco spazio.

Non è mancato infine il divertimento per tutte le età : dagli spettacoli serali dedicati ai bambini, alla musica itinerante del gruppo folkloristico degli Spunciaporchi fino alla sfilata in costumi medioevali degli sbandieratori del Palio d’Asti. Appuntamento quindi all’Expo 2015 che, se tutto va come nelle ultime edizioni, potrebbe rivelarsi ancora più ricco ed interessante.

Link alla galleria fotografica dell’evento sulla nostra pagina Facebook:

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina