Home | Appennino | Maltempo: l’arrivo del caldo salva la vendemmia

Nel 2013 il valore record di 9,3 miliardi

Maltempo: l’arrivo del caldo salva la vendemmia

Riceviamo e pubblichiamo

L’arrivo di almeno un paio di settimane di “vera” estate con il sole e l’aumento delle temperature salva la vendemmia che inizierà in Italia nei prossimi giorni, dopo un mese di luglio che con il 74% di precipitazioni in più e circa mezzo grado di temperatura in meno rispetto alla media 1971-2000, aveva alimentato grandi incertezze. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che dalla vendemmia in Italia dipendono opportunità di lavoro ad un milione e duecentocinquantamila persone tra quanti sono impegnati direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse, di servizio e nell’indotto per un totale di ben 18 settori coinvolti.  “Le previsioni meteorologiche – sottolineano il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni – fanno sperare dopo che le continue piogge che nel nord sono risultate pari anche al triplo delle media, hanno messo a dura prova il lavoro dei viticoltori impegnati a mantenere le uve sane mentre a macchia di leopardo in zone ben localizzate si sono verificate anche grandinate che hanno distrutto i raccolti”.

Il distacco del primo grappolo di uva del 2014 è previsto nell’Oltrepò Pavese o in Franciacorta (Brescia) dove si raccolgono le uve bianche destinate alla produzioni di spumanti che tradizionalmente sanciscono l’avvio delle vendemmia in Italia. “E se il livello produttivo dipenderà dai prossimi giorni si stima che – precisano Paravidino e Moroni – la produzione nazionale per il 30 per cento sarà destinata a vini da tavola, per il 30 per cento a vini Igt e per il 40 per cento a Doc e Docg”. ll fatturato del vino e degli spumanti in Italia è cresciuto del 3 per cento ha raggiunto nel 2013 il valore record di 9,3 miliardi per effetto soprattutto delle esportazioni che per la prima volta hanno superato i 5 miliardi (+7 per cento) alle quali si è aggiunto un leggero incremento delle vendite sul mercato nazionale che sono risultate pari a 4,2 miliardi (+1,5 per cento).

 

Coldiretti Alessandria
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina