Home | Entroterra Genovese | Pozzolo Formigaro : il PD contro i No Tav

Incidente alla festa del Partito Democratico

Pozzolo Formigaro : il PD contro i No Tav

la-nuova-polizia Apprendiamo dal blog ufficiale del Movimento NO TAV – Terzo Valico di Genova dell’incidente avvenuto lo scorso giovedì 14 agosto a Pozzolo Formigaro, durante la locale Festa del Partito Democratico.

Ospite ufficiale della serata era il Senatore Federico Fornaro, sette attivisti no-tav, tutti pensionati ed assolutamente pacifici, volevano distribuire un volantino ai presenti ed al senatore stesso dove gli attivisti invitavano il Partito Democratico a vergognarsi per gli elogi alle forze dell’ordine per i fatti dello scorso 30 luglio ad Arquata Scrivia e Serravalle Scrivia dove, spiegano gli attivisti NO TAV – Terzo Valico, uno spiegamento di forze armate mai visto ha ferito anziani e ragazzi senza alcun motivo, al solo scopo di dare una dimostrazione di forza. Il PD locale è stato messo duramente sotto accusa dagli attivisti per aver approvato, in un comunicato ufficiale, il comportamento delle forze dell’ordine : “Esprimiamo apprezzamento per la professionalità e l’equilibrio con cui le Forze di polizia stanno facendo il loro dovere tra la Valle Scrivia e la Val Lemme. E al tempo stesso solidarietà alle maestranze che, in una situazione certo non semplice, svolgono il loro lavoro quotidiano presso i cantieri del Terzo Valico”.

I sette attivisti NO Tav, che si sono presentati puntuali alle ore 19:30 alla festa democratica, hanno anche invitato il sindaco Domenico Miloscio ed il vicesindaco Domenico Pappadà, nonché l’ex sindaco Roberto Silvano a vergognarsi anch’essi. Lo scontro è divampato quando il vicesindaco Pappadà ha cercato di mandare via i manifestanti No Tav, sostenendo che non si potevano distribuire volantini perché “qui siamo a casa nostra”, con inevitabile polemica in quanto, sostengono gli attivisti, la festa si svolgeva sulla pubblica piazza. Con una certa sorpresa di tutti, apprendiamo sempre dal sito, il sindaco Miloscio ha chiamato Vigili Urbani, Carabinieri e Digos per far allontanare i sette pensionati!

Con ironia il movimento No Tav Terzo Valico spiega che i sette pensionati si sono guardati attoniti per capire se erano i protagonisti di una candid-camera televisiva oppure era tutto reale… ricordando però al sindaco Miloscio che, il precedente Consiglio Comunale, aveva espresso all’unanimità una contrarietà di fondo al progetto del Terzo Valico Ferroviario dei Giovi. Il Senatore Federico Fornaro invece, da quanto apprendiamo dal blog, non si è avvicinato ai manifestanti ma si è ritirato nel ristorante della festa.

La redazione de L’Inchiostro Fresco ha contattato telefonicamente il sindaco Domenico Miloscio che ha gentilmente declinato l’invito a dare una sua versione dei fatti.

 

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina