Home | Appennino | Repubblica Indipendente di Lu 5 & 6 Settembre: Rondinaria chiama Monferrato

Cittadini elettori de l'inchiostro fresco, udite udite

Repubblica Indipendente di Lu 5 & 6 Settembre: Rondinaria chiama Monferrato

La redazione de l’Inchiostro Fresco sarà presente con un suo corrispondente mentre Rondinaria manderà un suo ambasciatore nella figura del geometra Umberto Cecchetto, incaricato della raccolta pubblicitaria per fare sopravvivere, all’insegna del motto “Tanti padroni, nessun padrone!”, l’inchiostro fresco, il quale vivendo di pubblicità minuta può fregiarsi di un merito, oggi molto raro: quello di non avere alle spalle nessun “potere forte” e quindi potere scrivere nella più ampia libertà, un valore che non ha prezzo.

10513505_519023861530550_2769772981717506391_n

REPUBBLICA INDIPENDENTE DI LU ▌
Edizione 1 – La Proclamazione ▌
6 & 7 Settembre 2013 – Parco Giochi Comunale ▌
Strada Provinciale 71, 15040– Lu M.to (AL) ▌

Vista la delibera dell’assemblea costituente che nella seduta del 25 AGOSTO 2012 approverà la Costituzione dell Repubblica Indipendente di Lu, il capo provvisorio dello stato
PROMULGA IL PRINCIPIO FONDAMENTALE

▌Art.1 ▌
La Repubblica Indipendente di Lu è fondata sulla MUSICA, sull’ARTE, sull’ENOGASTRONOMIA ma soprattutto sul TERRITORIO.
La MUSICA appartiene al popolo, che la VIVE nelle forme e nei limiti della Costituzione.

▄ INGRESSO UP TO YOU fino alle ore 20,00
(paghi quanto vuoi )
▄ INGRESSO 5 € dopo le 20,00
Logo Repubblica Indipendente di Lu

▌▌▌VENERDÌ 6 SETTEMBRE – DAY #1 ▌▌▌

Check in area – camping dalle ore 14.00 alle ore 20.00

Republic Ramp – free skate ore 14.00 / Trick for beers ore 17.00 / Chiusura rampa ore 19.00

Apertura cancelli ore 17,45 – Inizio dj set ore 18,00
Inizio live (improrogabilmente) ore 19,00

▌Senato ▌ (dj set stage)

■ Warm up dj set dalle 18.00 con Polpaccetti dj set

■After Show: Polpaccetti dj set / La Cantina della Nonna Pina dj set

▌▌Camera dei Deputati ▌▌(Main Stage)

■ Selton (Porto Alegre, Barcelona, Milano) – https://www.facebook.com/seltonmusic
Disincantati e con tocchi tropicali, sono di origine brasiliana e si sono fatti le ossa tra le strade di Barcellona arrivando sino in Italia, abbracciando la nostra lingua e i nostri artisti. Molte le collaborazioni con musicisti e cantanti del calibro di: Daniele Silvestri, Enzo Jannacci, Cochi e Renato e ultimo, in ordine cronologico Dente. Il loro terzo album “Saudade” (Ghost Records) è stato prodotto da Tommaso Colliva (già produttore di Muse e Franz Ferdinand). Riescono a essere leggeri con marcate venature di samba e il cuore al cantautorato italiano con un intelligente tocco pop. I Selton vi porteranno il sole e quando finiranno sentirete anche voi un po’ di saudade.

■ HattoriHanzo (Alessandria) – https://www.facebook.com/hattorihanzomusic
Quando sono sul palco è come se facessero l’amore col pubblico, ammiccano, flirtano a suon di garage rock spedito, col piglio punk e l’attitudine rock’n’roll. Il loro ultimo album, appunto, si intitola “Eau de Punk” e non vi farà stare fermi.

■ Il Triangolo (Varese) – https://www.facebook.com/iltriangolorock
Il Triangolo, non sono solo forma, sono un trio di revivalisti dall’estro beat, dei sixties passati, dalle liriche taglienti e dai ritornelli killer. “Tutte le canzoni” è il primo album della band di Varese uscito poco più di un anno fa per Ghost Records. Sanno far sognare i tempi che furono, di quando i vostri genitori mettevano i loro 45 giri dentro il mangiadischi e stavano sdraiati sul tappeto delle loro camerette in atmosfere ingiallite e suggestive.

■ Dead Models (Alessandria) – https://www.facebook.com/deadmodels
Arrivati al decimo anno di attività i dead models, dopo Arezzo Wave, Traffic Festival e il Bilbo Rock Fest, di grosse presentazioni non ne hanno bisogno. Adesso stanno rivivendo una nuova giovinezza; l’amore per la scena indipendente americana e le atmosfere post-punk è rimasto immutato. Delle mode se ne fregano altamente mentre attendiamo il loro prossimo album. Autunno 2013?

■ Evacalls (Vercelli) – https://www.facebook.com/evacallsofficial
I vercellesi Evacalls hanno un’attitudine fortemente influenzata dal synth-pop di fine ’80 che convogliano verso l’altra anima del gruppo, quella più pop, ricamata da chitarre che strizzano l’occhio a melodie indie-pop d’oltreoceano. Riescono a miscelare sapientemente i due flussi in un unicum indiscindibile, arrivando diretti al cuore.

■ NonostanteClizia (Acqui Terme – Alessandria) –https://www.facebook.com/Nonostanteclizia
Ci saranno i NonostanteClizia, band di Acqui Terme (AL) uscita da poco con un ep intitolato “Bang” uscito per (MemoryMen/MA9 Promotion snc). NonostanteClizia in origine è il nome dell’infermiera (del libro omonino di Andrea G. Pinketts) che aveva decretato erroneamente la morte di Lazzaro Santandrea, proprio per un colpo di pistola. Bang! Immediati e lucidi si insinuano velocemente con melodie pop a tratti cupe e oscure, intrise di reminescenze new wave. Parole e testi come lampi in cuori giovani e belli ma freddi come l’Alaska.

■ The Bloody Mary (Alessandria) – https://www.facebook.com/pages/The-Bloody-Mary/62887044101
I giovanissimi alessandrini The Bloody Mary scalderanno il palco della collinetta. Garage pop a cannone influenzato da tutta la scena indipendente inglese degli ultimi 20 anni. All’attivo un Ep “Packaging Was Too Mainstream” composto da 5 brani totalmente autoprodotti che scorrono giù in gola come il vostro cocktail preferito.

▌▌▌SABATO 7 SETTEMBRE – DAY #2 ▌▌▌

Republic Ramp – free skate ore 12.00 / Skate Contest ore 16.00 / Chiusura rampa: ore 18.00

Check in area – camping dalle ore 14.00 alle ore 20.00

Presentazione libri ed eno-reading – presso la Corte della Repubblica, Cantina Sociale di Lu, via Roma 76

– Ore 16.15 “Genova Paranoica” di Emanuele Podestà
– Ore 16.30 Tutte le cose inutili show case acustico
– Ore 17.00 “Quello che succede a luci spente” di Ferdinando de Martino
– Ore 17.30 “Con me non devi essere niente” di Ilaria Perrone
– Ore 18.00 “Frutta fresca per verdure marce” di Paolo Merenda

Apertura cancelli
Main Stage ore 18,00 – Inizio dj set ore 18,15
Inizio live (improrogabilmente) ore 19,00

▌Senato ▌ (dj set stage)

■ Warm up dj set dalle 18.00 con Dictatorship dj set

■After Show: Los Perros dj set

▌▌Camera dei Deputati ▌▌(Main Stage)

■ ORAX (Milano) – https://www.facebook.com/oraxland
Beat potenti ma anche echi di wave ’80, il tutto irradiato dall’electro-rave dei bei ’90 che furono. Se Sir Bob Cornelius Rifo dei The Bloody Beetroots nella sua community Church of Noise lo ha definito uno dei progetti di elettronica del momento sicuramente c’è qualcosa di estremamente interessante. Opening act per: Tiga, Darren Pice (Underworld) e Wolfgang Flur (Kraftwerk) oltre che importanti remix ufficiali per due singoli di Army Of The Universe (gruppo prodotto da Chris Wrenna, storico batterista di Nine Inch Nails) e Tying Tiffany. “Betray” è il primo album, non potrà lasciarvi delusi, verrete sommersi in atmosfere oniriche e linee di basso sinuose. Potreste ritrovarvi allucinati come in Trainspotting, senza il bisogno di dover assumere nessuna sostanza psicotropa.

■ Soviet Soviet (Fano / Pesaro) – https://www.facebook.com/pages/soviet-soviet/147071194809?fref=ts
I soviet soviet sono un trio nato tra Pesaro e Fano, portatori sani di un post-punk tenebroso, vibrante e tormentato. C’è una marzialità di fondo che li contraddistingue ma che successivamente lascia ampio respiro a tutte le sfaccettature che minuziosamente come un macchinario ben oliato, riescono a realizzare. Hanno suonato per tutta l’Europa (anche in Messico) e sono anche l’unica band italiana citata da Simon Reynoldsin “Retromania”. Saranno un pugno al cuore che vi ricorderete per sempre.

■ Green Like July (Alessandria / Milano) – https://www.facebook.com/GreenLikeJulyFourLeggedFortune
I Green Like July sono nati ad Alessandria ma poi per vari motivi si sono ritrovati sparsi tra Pavia e Milano. Insomma ce li hanno rubati! Ma vabbè, l’importante è riaverli qui, dopo due dischi uno più bello dell’altro, li ritroviamo ormai con un suono internazionale che poche band in Italia possono vantare. Quest’anno anche loro fanno 10 anni di attività e il loro ultimo video realizzato da Olimpia Zagnoli è andato in anteprima su The New Yorker. Dopo la prima esperienza agli ARC Studio di Omaha (Nebraska) sotto le ali di Jake Bellows
(Neva Dinova) e successivamente al prezioso apporto dei fratelli Mogis (Mike Mogis / Bright Eyes, Monster of Folk e A.J. Mogis / produttore di molti dischi Saddle Creek Records), i ragazzi ci hanno preso gusto e ci sono ritornati. A metà settembre uscirà il loro album “Built A Fire” per l’etichetta La Tempesta International.

■ Tomakin (Acqui Terme) – https://www.facebook.com/tomakinband
Ecco gli acquesi Tomakin, freschi di secondo album “Epopea di Uno Qualunque” (The prisoner records – Audioglobe), abili nello scrivere di storie semplici di tutti i giorni, fissate come istantanee di synth-pop, svagate e attuali. Ritornelli che schiacciano il piede sull’acceleratore attraversando le strade più impervie delle vette cantautorali italiane con una punta wave. Avanguardisti.

■ Le Case del Futuro (Brescia) – https://www.facebook.com/lecasedelfuturo
Giovanissimi e di Brescia hanno già esordito sulla lunga distanza con “Lucertole” ed ora sono fuori con un Ep in free download “Neve” per Foolica Records. Lampi shoegaze che abbracciano un ambiente intimo, eteree atmosfere attraversate da delicata fragilità pop. Riassunti così sembrano un bel sogno e difatti lo sono!

■ Shiva Racket (Milano) – https://www.facebook.com/shivaracket
Gli Shiva Racket arrivano da Milano e da poco sono usciti con l’Ep per Aduken records. Ruvidi quanto basta, trasportano in maniera efficace i sofferenti anni ’90 della scena alternative americana con rimandi al sound della scena italiana alternativa. Riff veloci e una base ritmica sostenuta tengono alti il ritmo dei brani che culminano in aperture dall’impatto immediato.

■ Voodoo (Casale Monferrato, Alessandria) – https://www.facebook.com/officialvoodoo
I Voodoo sembra abbiano il passaporto americano e coordinate precise, Seattle, che detto così potrebbe sembrare solo e soltanto grunge. Nell’ep uscito che si intitola “Everybody Has To Go Someday”, c’è di più nella band di Casale Monferrato, c’è una buona vena compositiva nei sei brani del disco che si avventurano in altre declinazioni di quello che nei ’90 dettava sound, t-shirt sgualcite e jeans strappati; non fateveli scappare.

■ To Brothers (Alessandria) – https://www.facebook.com/tobrothersband
I To Brothers sono un trio di Alessandria e da poche settimane hanno rilasciato il loro primo Ep “Some Clouds Above Us”. Dentro c’è l’hardcore melodico di fine ’90, l’attitudine californiana e il pop punk che irrora i loro corpi e le vostre orecchie. Cori da rigurgito adolescenziale, riff che sono schiaffi in faccia e una base ritmica poderosa e veloce. Vi verrà voglia di gridare come se non ci fosse un domani. Abbraccerete tutti come fratelli.

▄ Ristorante del Parlamento

Mordeo – Panini / Strapizzami – Pizza / De Gustibus Lab – Piadine Rustiche / Pro Loco Luese – Spiedini di carne con patate & agnolotti

▄ Enoteca e Birreria del Parlamento

Cantina Sociale di LU (AL) – Vino bianco e rosso / Birrificio Pasturana (AL) – Birra chiara e ambrata

C O N T A T T I
MAIL repubblicaindipendentedilu@gmail.com
FB – https://www.facebook.com/RepubblicaIndipendentedilu
Twitter – https://twitter.com/Rep_Ind_di_Lu

Mattia Nesto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina