Home | Oltregiogo | Presentata la nuova iniziativa del Consorzio di Tutela dell’Ovada docg “Menu Ovada”

Riceviamo e pubblichiamo questa importante affermazione dell'enologia local

Presentata la nuova iniziativa del Consorzio di Tutela dell’Ovada docg “Menu Ovada”

CatturaCon la presentazione ufficiale ospitata qualche giorno dal Comune di Ovada presso il Palazzo Municipale è decollata la nuova iniziativa del sempre attivissimo Consorzio di Tutela dell’Ovada docg. Fedele al proprio intento di valorizzare il connubio tra l’Ovada docg, eccellenza produttiva rappresentativa dell’intera zona, e la peculiare tradizione gastronomica dell’Alto Monferrato, il Consorzio  ha deciso di promuovere, grazie all’entusiasta collaborazione di alcuni dei ristoranti più importanti dell’area, la proposizione permanente presso questi ristoranti di un menu di territorio coniugato agli Ovada docg dei produttori appartenenti al Consorzio stesso. “L’idea in sé è molto semplice -dice Italo Danielli, Presidente del Consorzio- e nasce dall’esigenza di meglio connotare soprattutto agli occhi dei turisti e di quanti visitano la nostra zona un patrimonio enogastronomico di assoluta eccellenza, ancora forse non adeguatamente conosciuto. La straordinaria accoglienza che da subito abbiamo riscontrato presso i ristoratori con cui abbiamo dialogato (l’Archivolto, da Pietro, il Quartino e la Volpina a Ovada, e il Moro a Capriata d’Orba) testimonia che il momento è davvero quello giusto per l’innesco di una nuova stagione di promozione del nostro bellissimo territorio, anche con il supporto di Amministrazioni locali che stano dimostrando di voler cambiar marcia da questo punto di vista.”

 

Il Menu Ovada è già disponibile presso tutti i ristoranti ricordati, e se ne prefigura una progressiva, selezionata estensione. Per il dettaglio dei vari menu e altre informazioni al proposito, si prega di consultare il sito del Consorzio www.ovada.eu.

Cattura2

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina