Home | Arquata Scrivia e Val Borbera | Dante a Cantalupo Ligure in Provincia di Alessandria recitato da Andrea Chaves studente liceale di 17 anni

Appuntamento col Sommo Poeta

Dante a Cantalupo Ligure in Provincia di Alessandria recitato da Andrea Chaves studente liceale di 17 anni

CatturaUna nuova voce è arrivata sabato 13 ottobre a Cantalupo ligure nella Chiesa Parrocchiale: si tratta della poesia di Dante Alighieri che da secoli attraversa la memoria delle generazioni per perpetuare il suo messaggio nel futuro e che è stata accolta con plauso incredibile dagli spettatori che hanno gremito fino al vero simile la parrocchia si Santa Caterina. E’ proprio questo messaggio che il giovane novese di origini della Valle Borbera  Andrea Chaves ha voluto trasmettere nella sua terra natia: un “Dante” nuovo, inaspettato, carico di umanità, poesia e avventura che ha intrapreso un viaggio per ritrovare Beatrice dall’Inferno al Paradiso serbando un messaggio salvifico per ogni uomo…un compagno, una guida ed un protettore dunque, incontrato proprio la sera dell’anniversario della sua morte, dopo molti secoli, ma sempre vivo nella voce di Andrea e di chi lo ha ascoltato con coinvolgimento ed interesse. Come avrebbe voluto lo stesso Dante la sua poesia è stata porta dalla gente alla gente nel modo più bello per poter perpetuare il dono della cultura fatto a ciascuno: valore spesso dimenticato ma fatto nuovamente proprio dall’appassionata storia di Ulisse declamata aa memoria da Andrea, richiamando sovente quanto il lettore sia lui stesso poeta di un verso che è quello dell’umanità e che può essere unico appiglio alla vita come è stato per Primo Levi in campo di concentramento. La suggestiva atmosfera della chiesa di Cantalupo è stata completata dai canti gregoriani del coro arquatese “Iubilate Deo” e, ognuno, dai più giovani esperti ed anziani hanno potuto portare con se un ricordo meraviglioso della serata: un dono e un incitamento a rendere straordinaria la propria vita.

Gian Piero Montecucco
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina