Home | Appennino | I soldati della Grande Guerra al forte di Gavi

Gli amici del forte di Gavi guidano i visitatori alla riscoperta di una cruna fondamentale della Storia

I soldati della Grande Guerra al forte di Gavi

In occasione del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale (1914 – 2014)

gli Amici del Forte di Gavi, in collaborazione con la competente Soprintendenza,

organizzano un’apertura del Forte dedicata al ricordo ed alla memoria di questo evento.

Cattura Cattura2 Soldati Forte

Al prezzo del normale biglietto, lungo il percorso di visita

ampliato per l’occasione anche all’Ingresso Antico

(raggiungibile a piedi dalla Stradella del Forte),

i volontari del Gruppo Storico “Militaria 1848 – 1918” di Torino

illustreranno alcune scene di vita civile e militare dell’epoca della Grande Guerra

all’interno degli spazi del Forte: il picchetto di guardia, l’ospedale militare,

l’alzabandiera, lo sparo con fucili riproduzioni di armi fedeli agli originali.

Saranno anche visibili alcune divise d’epoca precedente, per illustrare l’evoluzione

dei corpi armati impiegati durante la Grande Guerra.

Per i visitatori sarà disponibile un servizio di NAVETTA GRATUITO

dalle 9.30 alle 11.30, e poi dalle 13.30 alle 17.00,

che collegherà Piazza Dante con il Forte per tutta la durata della manifestazione.

Il Forte sarà aperto dalle 10.30 alle 11.30, e poi dalle 14.00 alle 17.00,

con accesso continuativo all’area dell’Ingresso Antico e della Polveriera,

dove troverete ad accogliervi le volontarie ed i volontari degli Amici del Forte,

ed inizio delle visite guidate nella Cittadella

alle ore 10.30, 11.30, 14.00, 15.00, 16.00, 17.00

attendendo sempre l’arrivo della navetta.

Data la disponibilità di spazi coperti, l’evento avrà luogo anche in caso di pioggia.

Andrea Scotto

Amici del forte di Gavi
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina