Home | Novi Ligure e il Novese | La Grande Guerra spiegata ai ragazzi dell’Amaldi di Novi Ligure

Un momento storico cruciale illustrato alle giovani generazioni

La Grande Guerra spiegata ai ragazzi dell’Amaldi di Novi Ligure

Riceviamo e pubblichiamo

IMG_37267613283098Ciò che mi è piaciuto di più del convegno sulla Grande Guerra tenutosi al Liceo Scientifico Amaldi è stato il modo con cui i relatori hanno saputo spiegare in modo semplice, efficace e nello stesso sintetico un tema molto complesso”: così Alessandro La Grotta, studente della classe 5^D del Liceo Scientifico. Il convegno si intitolava “Raccontare la Grande guerra, cent’anni dopo” , i relatori sono stati Marco Scavino  e Brunello Mantelli dell’Università degli Studi di Torino e, quest’ultimo anche dell’Università della Calabria. La conferenza rientrava in una tre giorni intitolata “I Nazionalismi e la prima guerra mondiale”, organizzata dal Comune di Novi, dall’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in provincia di Alessandria, dall’Università degli Studi di Torino con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. L’intervento introduttivo è stato di Cecilia Bergaglio, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Novi. Alessandro La Grotta ha quindi affermato come siano importanti iniziative di questo genere, con persone estremamente qualificate e preparate. La conferenza è stata indubbiamente molto chiara ed esauriente. I due docenti universitari, dopo un’ampia e generale introduzione del periodo storico e dei cambiamenti avvenuti in seguito a tali fatti, sono entrati più nello specifico, trattando con molta attenzione e sintesi i punti fondamentali. In questo riferendosi non solo agli aspetti puramente tecnici e strategici della Grande Guerra ma anche a quelli sociali. Inoltre hanno consigliato diverse letture ed invitato gli studenti ad ampliare le proprie conoscenze su questi avvenimenti. Conclude Alessandro La Grotta: “L’incontro è stato non solo interessante ma anche molto utile, sia come momento di crescita culturale, sia perché l’argomento potrebbe rientrare nell’Esame di Stato. Auspichiamo che, anche in futuro, si possano realizzare degli appuntamenti di questo genere.”

IMG_37257247368464

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina