Home | Appennino | Un libro per ricordare Don Franco Repetto

Nel 70° anniversario dall'uccisione del giovane sacerdote

Un libro per ricordare Don Franco Repetto

La giornata di domenica 28 settembre, a Isola del Cantone, è stata densa di appuntamenti: in concomitanza con il centenario del Circolo Parrocchiale “Silvio Pellico” è stato ricordato il 70° anniversario dell’uccisione di don Franco Repetto ed è stato presentato il libro “Ecce sacerdos magnus” di Enrico Repetto, dedicato per l’appunto alla figura del giovane sacerdote vittima della violenza nazifascista. La commemorazione e la presentazione si sono svolte in mattinata nei locali del circolo stesso, l’ex cinema parrocchiale oggi trasformato in centro di aggregazione per i giovani; ospite d’eccezione S.E. il Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della CEI, oltre alla rappresentanza di numerose associazioni ed enti del paese e dei Comuni limitrofi. Al suo arrivo, poco prima delle 10, il Cardinale ha sostato nel centro del paese per una visita al luogo in cui spirò Don Franco Repetto dopo essere stato soccorso, l’atrio dell’ex Albergo Picollo che si presenta oggi come allora; qui i soci della locale sezione ANPI hanno allestito per l’occasione un sobrio ricordo del giovane sacerdote. Il Cardinale ha voluto percorrere a piedi, in processione, le poche centinaia di metri per giungere al salone parrocchiale e partecipare agli eventi commemorativi. Don Franco Repetto era arrivato a Isola nel 1942 appena ordinato sacerdote, in veste di curato: nonostante il suo ministero sia durato poco più di due anni, a causa della sua prematura scomparsa, ha lasciato un ricordo tuttora vivo per la sua generosita, semplicità, disponibilità nei confronti di tutti e la sua tomba, nel cimitero locale, ha sempre fiori freschi ancora oggi. Enrico Repetto, il giovane autore del libro, appena ventenne, ha ripercorso gli anni di seminario, il breve ministero e i fatti che avvennero in conseguenza alla sua uccisione, avvalendosi della testimonianza delle poche persone ancora in vita che lo hanno conosciuto e, seppur allora molto giovani, hanno vissuto i fatti. Prima di lasciare il salone e celebrare la S. Messa il Cardinale ha avuto parole di compiacimento per la nutrita partecipazione e per il tributo d’affetto nei confronti di don Franco. Al termine della funzione un lungo corteo ha raggiunto il cimitero locale dove l’Arcivescovo ha benedetto la tomba del sacerdote, recentemente restaurata ad opera dei familiari. Sul piazzale della chiesa gli amici del circolo Silvio Pellico hanno organizzato per tutti i presenti un ricco rinfresco, favorito dalla giornata soleggiata; il Cardinale ha avuto un sorriso e una parola per tutti, in assoluta informalità, prima di partecipare al pranzo preparato in suo onore nella casa parrocchiale, insieme a un ristretto numero di autorità e persone.

Il Cardinale in visita al luogo dove morì Don Franco

Il Cardinale in visita al luogo dove morì Don Franco

Nel salone parrocchiale: l'arcivescovo tra il parroco di Isola Don Carlo Lagomarsino e il sindaco Giulio Assale

Nel salone parrocchiale: l’arcivescovo tra il parroco di Isola Don Carlo Lagomarsino e il sindaco Giulio Assale

Il Cardinale con Enrico Repetto, autore del libro

Il Cardinale con Enrico Repetto, autore del libro

La benedizione della tomba di Don Franco

La benedizione della tomba di Don Franco

Il salone parrocchiale durante la presentazione del libro

Il salone parrocchiale durante la presentazione del libro

Mauro Balbi
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina