Home | Appennino | Dal 3 al 5 ottobre a Busalla torna la Sagra del porcino

Gli eventi di quest'importante manifestazione

Dal 3 al 5 ottobre a Busalla torna la Sagra del porcino

Riceviamo e pubblichiamo

È tutto pronto per la quinta edizione della Sagra del Porcino di Busalla. Un appuntamento ormai fisso nell’autunno della Valle Scrivia, che quest’anno si amplia nell’offerta e nella durata, con tante iniziative di contorno e una serata in più. Si inizierà infatti fin da venerdì 3 ottobre, per proseguire fino a domenica 5. Ogni giorno, presso i locali coperti della bocciofila di Busalla, troverete buona cucina, spettacoli, dibattiti, degustazioni, stand di prodotti tipici locali e l’immancabile mostra del fungo. Parallelamente alla sagra si svolgerà anche un torneo di calcio a cinque tra i rioni del paese. In allegato trovate il programma completo.

Sagra del Porcino_il menu Sagra del Porcino_il programma

 

La Sagra è organizzata dal Circolo del Partito Democratico di Busalla e Crocefieschi. «Un evento entrato ormai nel cuore dei busallesi, che porta in valle migliaia di persone per celebrare a tavola il re del bosco. Dopo il nuovo corso inaugurato ormai cinque anni fa, ci sembrava doveroso fare un salto di qualità e, in un momento in cui gli eventi di promozione del territorio faticano a “stare in piedi”, trasformare una bella sagra in un piccolo evento culturale e di svago», spiega Giuliano Zorzan, segretario del circolo.

 

A presentarci le novità di quest’anno è il coordinatore della Sagra, Mario Racheli: «Alla straordinaria cucina, ai piatti tipici del territorio, all’intrigante mostra del fungo che replica il successo del 2013 si sono così aggiunti gli stand dei produttori del genovesato e dell’oltregiogo, la gradita presenza dell’Ente Parco Antola e della casa editrice Sagep, le degustazioni, le serate di buona musica, il torneo di calcetto per i nostalgici delle sfide tra quartieri, i dibattiti sulle prospettive e le speranze del nostro entroterra. Sarà un evento più “mediatico” che verrà raccontato, minuto per minuto, sul nostro nuovo sito www.busallademocratica.com e sui social network».

 

«È uno sforzo organizzativo ed economico imponente – riprende Zorzan –, reso possibile solo dal lavoro di tantissimi volontari che ringrazio uno ad uno, dai nostri partner e produttori locali, da chi ha garantito con la pubblicità che si realizzassero i tanti eventi che troveranno spazio nella struttura coperta. Un grazie di cuore soprattutto all’Associazione Bocciofila Busalla per la grande disponibilità dimostrata. È anche, infine, la sfida di un piccolo circolo del Partito Democratico che vuole aprirsi al territorio, proporre, ascoltare, uscire dalle proprie stanze e parlare con la gente».

“L’ULTIMO PRESIDIO”: SABATO 4 OTTOBRE A BUSALLA IL CONVEGNO DEL PD LOCALE CON IL VICEMINISTRO ALL’ECONOMIA MORANDO E L’EUROPARLAMENTARE LIGURE RENATA BRIANO

 “L’ultimo presidio: dall’economia all’ambiente, dal dialetto alle produzioni locali: passaggi obbligati per la tutela e il rilancio dell’Oltregiogo”. È il tema del convegno che il Partito Democratico di Busalla organizzerà sabato 4 ottobre, a partire dalle ore 10, presso la struttura coperta esterna della Bocciofila che ospita la quinta edizione della Sagra del Porcino.

 

Interverranno il viceministro dell’Economia Enrico Morando, l’europarlamentare ligure Renata Briano, il presidente dell’Ente Parco Antola Roberto Costa, il presidente dell’associazione di cultura genovese “A Compagna” Franco Bampi e la presidente del presidio slow food dello Sciroppo di Rose Antonella Librandi. Modera il giornalista Gilberto Volpara, conduttore su Primocanale della trasmissione Viaggio in Liguria.

Enrico Morando

Enrico Morando

Roberto Costa

Roberto Costa

 

 

 

Addetto Stampa Marco Gaviglio CIRCOLO DI BUSALLA/CROCEFIESCHI
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina