Home | Sport | Il killer chiamato grasso

Un'analisi di uno sportivo sui rischi da eccesso di lipidi

Il killer chiamato grasso

Nell’adulto il peso corporeo in chili dovrebbe corrispondere alla statura in centimetri del soggetto meno 105 per gli uomini e meno 108 per le donne.

Questa è la formula più severa, ma non essendo il problema del peso ideale definito con assoluta sicurezza, vale anche una formula più indulgente: statura meno 100 per gli uomini e meno 105 per le donne.

La differenza tra le due formule è minima ma spesso, oltre i 50 anni, perdere quegli ultimi 3 o 4 chili è ben difficile. Quando il peso reale supera del 20 per cento quello teorico, si parla di obesità, mentre al di sotto del 20 per cento si parla di semplice eccedenza ponderale.

La cause sono note: il lavoro è ormai faticoso solo dal punto di vista nervoso non da quello fisico; l’attività muscolare e insufficiente; la tentazione di mangiare un po’ più del necessario è continua. E quel poco in più, moltiplicato per 30 giorni ogni mese, fa si chè, in un uomo di 70 chili, il grasso, anziché al 14 per cento, salga al 18-20 per cento, se non di più.

In proporzione diminuiscono la quota muscolare e la quota di riserva di glicogeno. Dando alla comune giustificazione di avere le “ossa grosse” l’importanza veramente modesta che ha, e escludendo la “disfunzione delle ghiandole a secrezione interna”, caso raro e ben riconoscibile, resta il fatto che l’eccesso di peso è causato da un’alimentazione in sobrappiù rispetto alla spesa di energia.

Il danno è tanto maggiore quanto è notevole l’eccedenza ed è un danno certo e grave: a livello o di cuore o di arterie o di articolazioni prima o poi l’eccesso di grasso si paga.

Però il danno può non essere avvertito immediatamente e perciò è difficile ottenere una correzione delle abitudini alimentari e di vita solo con la predizione di un male che verrà,ma della cui prevenzione al momento si avverte solo il fastidio.Griffin

Entrano però in gioco altri due fattori, il primo è estetico. Se si vogliono dati precisi sul proprio stato fisico ci si può sottoporre a una fotogrammetria (tecnica fotografica che consente una precisa definizione dei contorni e una rilevazione delle pieghe), ma è sufficiente guardarsi nudi nello specchio per accorgersi che qualcosa non va. E’ vero che il vestito nasconde e corregge, ma allora è il comportamento che tradisce: si diventa un po’ più lenti,un po’ più impacciati, meno elastici. Si invecchia.

Ma, secondo fattore, anche l’attività, la vivacità, la prontezza mentale si attenuano: sonnolenza, meno grinta, meno interessi.

Dal punto di vista scientifico il problema è stato studiato sotto tutti gli aspetti, dalle modificazioni del metabolismo alla capacità di lavoro muscolare, al livello di attività lavorativa e sociale quotidiana. Ma la variabilità individuale e il diverso impegno dei soggetti nel superare i test di prova hanno si corretto alcune opinioni errate ma non hanno ancora chiarito bene il problema. Comunque si è accertato che vi sono molti obesi attivi come chi obeso non è;  che un’attività motoria discretamente intensa (camminare a 5-6 chilometri all’ora per 30-40 minuti al giorno) riduce più che per i primi 3 – 10 giorni di trattamento dietetico o motorio non si vedono risultati utili, anzi si vive in una condizione di disagio, mo in seguito i benefici compaiono sempre . Inoltre, avendo intrappreso un regime alimentare e motorio più corretto anche il comportamento quotidiano in 8 – 10 giorni comincia a farsi più giovanile. Le regole per raggiungere questi risultati sono semplici ma hanno il difetto di esigere un rispetto quotidiano; muoversi di più e mangiare meno dolci, pane, pasta e più verdura e carne o pesce , ma sempre con il minimo possibile di grassi.

Uno sportivo
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina