Home | Appennino | “Occorre esentare dalla tassazione i contributi assegnati agli alluvionati”

Pubblichiamo la nota di Aldo Siri (Lista Biasotti)

“Occorre esentare dalla tassazione i contributi assegnati agli alluvionati”

Il Consigliere regionale della Lista Biasotti Aldo  Siri ha presentato un ordine del giorno – rivisto durante una riunione a margine del Consiglio di mercoledì 15 ottobre e poi  approvato all’unanimità –  che prevede, tra le varie iniziative a favore degli imprenditori alluvionati che la Regione si è impegnata a sostenere, quella di intervenire presso il Governo affinché emani una misura per esentare dalla tassazione i contributi a fondo perduto erogati agli stessi imprenditori.

Cattura2“Diversamente – spiega il Consigliere Siri – i beneficiari dovranno inserire il contributo erogato tra i ricavi con la conseguenza di vedere dimezzato l’effettivo beneficio. Inoltre, gli stessi beneficiari dovranno versare le imposte dovute in acconto per l’anno successivo con ulteriore penalizzazione perché dovranno calcolare l’importo dovuto in relazione a quanto effettivamente pagato per l’anno precedente, ovvero il 2014, anno in cui hanno subito i danni alluvionali.

Alcuni Deputati , tra cui l’On Biasotti, hanno firmato una lettera bipartisan  già inviata al Presidente del Consiglio, del Senato e della Camera in cui viene chiesto un impegno immediato ed urgente del Governo per aiutare chi ancora una volta è stato colpito da questo tragico evento calamitoso.

A tal proposito ho chiesto all’On. Biasotti che si faccia promotore affinché  detta lettera venga integrata con un punto che preveda la misura per esentare i contributi a fondo perduto  dalla tassazione. Inoltre, ho rimarcato l’opportunità che il Governo emani un Decreto che preveda tutte le proposte  inserite nella lettera  al fine di renderle quanto prima attuabili.»

Il Consigliere Siri, trattandosi di argomenti che talvolta risultano  difficili per chi non è troppo ferrato in materia fiscale,  rimane a disposizione di chiunque volesse chiarimenti ed approfondimenti in merito.

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina