Home | Alessandrino | DOMENICA 12 OTTOBRE 2014: LA VERGOGNA DEI “NOMINATI” PROVINCIALI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota da "I TRE CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE DEL COMUNE DI PIOVERA"

DOMENICA 12 OTTOBRE 2014: LA VERGOGNA DEI “NOMINATI” PROVINCIALI

Riceviamo e pubblichiamo

Come consiglieri di opposizione del Comune di Piovera (AL) ci uniamo alla maggioranza dei consiglieri comunali di tutti i comuni delle ex province di Alessandria e di tutta Italia che non si sono presentati alla farsa del voto avvenuta domenica 12 ottobre 2014.

Siamo indignati per queste false elezioni, a supporto dell’ipocrita abolizione delle amministrazioni provinciali, in quanto questi nuovi organismi rappresentativi provinciali non sono stati eletti col voto diretto e libero dei cittadini elettori italiani, ma bensì solo con la scelta, da parte dei “grandi elettori” consiglieri comunali e sindaci già in carica, dei “nominati” dalle segreterie dei maggiori partiti a livello locale: non sono state abolite le Province, ma solo il “diritto di voto dei cittadini a livello provinciale”.

Curioso è stato poi il commento istituzionale-giornalistico del “the day after”: tutti ad osannare il doppio incarico della “Rossa” mandrogna e la patetica percentuale con cui “ha vinto”: circa il 60% dei soli 947 votanti per il candidato presidente (952 voti totali per le 3 liste presentate), i quali erano meno della metà dei 2.111 aventi diritto “grandi elettori”. Quindi come noi, si sono astenuti per protesta la maggioranza dei medesimi elettori chiamati a fare le comparse in questo triste spettacolo di degrado istituzionale. Invitiamo tutti i cittadini come noi indignati a passare dalla protesta alla proposta, per far rinascere, dal basso, una vera nuova partecipazione alle lotte popolari, per difendere la memoria e i sacrifici che i nostri padri hanno fatto per consentirci il diritto al voto e alla democrazia diretta.

esito elez prov AL 12 ott 2014

CLAUDIO FERRO

FRANCESCO MESIANO

LUIGI SUCCI

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina