Home | Appennino | Successo della prima edizione di Ovada in Randonnèe

Domenica 19 ottobre 2014 – Ovada in Randonèe– by Davide Boretti

Successo della prima edizione di Ovada in Randonnèe

Perfettamente organizzata dall’ASD Uà Cycling Team, domenica 19 ottobre si è svolta la prima edizione di Ovada in Randonnèe,

pedalata non competitiva fra le colline dell’Oltregiogo e di Rondinaria

La manifestazione ha riscosso il plauso dei molti appassionati di questo genere, ispirato al motto: “spirito sportivo genuino che promuove l’aggregazione spontanea fra ciclisti senza l’assillo del cronometro”. Negli ultimi anni, infatti, l’attenzione del movimento ciclistico amatoriale si sta sempre più spostando verso questo modello: raduni non competitivi con partenza libera. Anche la classicissima amatoriale Milano-Sanremo si è di recente trasformata in randonèe. A livello europeo vi sono molte manifestazioni importanti: al top la Parigi Brest Parigi, 1200 km complessivi; si disputa una volta ogni quattro anni e richiede la preventiva certificazione attraverso i cosiddetti brevetti intermedi, ottenibili mediante altre randonèe preparatorie. La prossima edizione si disputerà dal 16 al 20 agosto 2015.

Tornando ad Ovada in Randonnèe, gli organizzatori, affiancati dagli sponsor – Caffè Trieste, Robbiano Idrotermica, Tre Rossi Biscotti, Pensiero di parole, Jarods Service, B&C Macelleria Salumeria, Panificio La Spiga e Pubbli.O – hanno curato sin tutto sin nei minimi dettagli per assicurare il pieno successo dell’iniziativa.

Dal momento che la randonnèe si svolge su strade aperte al traffico ed il ciclista è tenuto al rispetto del codice stradale, lungo tutto il tracciato sono state accuratamente predisposte tutte le indicazioni necessarie alla sicurezza. I punti ristoro abbondavano di alimenti e bevande. Nella discesa da Capanne di Marcarolo a Campo Ligure gli organizzatori si sono persino preoccupati di ripulire la carreggiata dal fango e dai detriti, ricordo tangibile dei recenti eventi alluvionali avvenuti nelle nostre zone.

I due percorsi sono stati molto apprezzati dai partecipanti, sia per le difficoltà tecniche ed altimetriche, sia per la bellezza egli scorci panoramici. Entrambi i percorsi hanno tracciato una prima parte di saliscendi fra le colline ovadesi: da Orsara, Carpeneto, Trisobbio e Mantovana si è giunti a Predosa per risalire le strade meno trafficate che costeggiano il torrente Lemme. Una volta a San Cristoforo, ci si è inerpicati fra le prime colline sfiorando Montaldeo e Mornese per poi intraprendere la scalata del Brisco, 5km di tornanti con vista mozzafiato su tutta la pianura. Un tuffo fino alle pendici del Monte Tobbio e via verso le Capanne di Marcarolo. La veloce e tortuosa discesa fino a Campo Ligure ha portato alla separazione fra i due percorsi. I più audaci hanno risalito Turchino e Faiallo per poi rientrare a Tiglieto attraverso la Val di Vara. I più si hanno raggiunto Tiglieto transitando lungo Valle Stura. Tutti assieme hanno quindi apprezzato la splendida strada in quota che riporta velocemente a Costa di Ovada e, finalmente, alla conclusione in centro città. 115 km per il tracciato breve, 160 km per il tracciato lungo. Un ricco buffet presso il Caffè Trieste ha permesso a tutti di recuperare le energie.

15269_763423120372421_560270225400989970_n 1383546_767580759956657_2930462592204530447_n 1902078_764813886900011_7793588999846331376_n 10271573_763423937039006_2739801038248663381_n 10312147_767581006623299_8437733081376451994_n 10612786_767579726623427_2677557906142613478_n 10685588_767581113289955_4512205195194805346_n 10689837_767580989956634_5219839604737515260_n

Molti partecipanti hanno espresso i loro commenti attraverso i social network. La pagina Facebook dall’ASD Uà Cycling Team è ricchissima di post che vi invitiamo a leggere:  https://www.facebook.com/uacyclingteam?fref=ts .

Sulla stessa pagina sono disponibili un centinaio di foto e video della manifestazione. Altri partecipanti hanno messo a disposizione foto e filmati del passaggio della randonnèe in alcuni punti di particolare interesse sportivo e paesaggistico. Tra tutti merita una citazione l’alessandrina ASD La familiare (www.lafamiliare.it), da anni punto di riferimento nel ciclismo amatoriale della provincia.

Con grande orgoglio, gli organizzatori hanno accolto l’apprezzamento suscitato dalla manifestazione presso i media più accreditati di settore http://www.tuttobiciweb.it/detectUA.php?page=news&cod=73404  , confermando l’impegno di organizzare l’evento anche per il prossimo anno.

Davide Boretti
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina