Home | Acqui | Ballare è condividere emozioni

La Scuola di Ballo A.S.D. WB è una grande eccellenza di Rondinaria

Ballare è condividere emozioni

Siamo un gruppo di amici appassionati di ballo che vogliono condividere tempo e spazi assieme: ballare per me è questo, nient’altro che stare in compagnia e prendersi cura del proprio corpo e della propria mente

dice Wilmer Poggio, master della Scuola di Ballo A.S.D. WB di Alessandria con ballroom a Castelazzo Bormida e non vi sono parole migliori per descrivere quello che abbiamo potuto vedere con i nostri occhi.

La palestra/sala da ballo

La palestra/sala da ballo

 

Ci siamo recati in località Fontanasse, frazione di Castellazzo Bormida nella ubertosa piana tra Sezzadio e Predosa (poco dopo il sito di Retorto) per conoscere meglio quella che, dal 2009 ad oggi, è divenuta una vera e propria eccellenza del ballo liscio: la scuola A.S.D. WB diretta dai maestri Wilmer Poggio e Francesca Baradei. Siamo stati accolti calorosamente da un gruppo di persone tutte quante animate dalla passione per il ballo e orgogliose di poter coltivare questa vera e propria attività agonistica in una location che nulla ha da invidiare ad un palazzetto dello sport. Sì perché il luogo dove si allenano questi ballerini, la palestra/sala da ballo, è un gioiello dell’ingegneria civile. Costruita per volere di Giancarlo Bianchi, titolare dell’omonima azienda agricola (celeberrime le sue rape al forno), questa imponente struttura sorge nel bel mezzo della campagna, venendo incontro, quasi inaspettata, all’occasionale visitatore. La palestra è un locale molto ampio, con un pavimento in parquet “che neppure i migliori hotel o centri commerciali possiedono” ci dice orgoglioso il maestro Wilmer. L’edificio è dotato di tribunetta, reception, consolle musicale, ufficio e, naturalmente, spogliatoi con ampi bagni e docce. Non manca nulla, è una struttura “da Europa del Nord e invece siamo a Rondinaria” certifica il titolare del complesso, Giancarlo Bianchi. Incuriositi da tutto ciò intervistiamo il master Wilmer Poggio sul come sia nata l’idea di questa scuola: “Giancarlo Bianchi è sempre stato un grande appassionato di ballo e ballerino provetto, era mio allievo ad Arquata Scrivia, di gran lunga uno dei migliori. Intorno al 2008 mi ha chiesto – ci spiega Poggio – quale sarebbe stata la sala da ballo dei miei sogni. Io gli ho disegnato un bozzetto e nel giro di un anno ecco qua: quelle poche righe a matita sono diventate la scuola A.S.D. WB”.

I ballerini in un momento di realx tra una danza e l'altra nella sede della loro associazione

I ballerini in un momento di realx tra una danza e l’altra nella sede della loro associazione

 

Altre coppie in un momento di pausa tra un ballo e l'altro

Altre coppie in un momento di pausa tra un ballo e l’altro

Alcune coppie in un momento di relax tra un ballo e l'altroAlcune coppie in un momento di relax tra un ballo e l’altro

Lo staff de l'inchiostro fresco da sinistra Daniele Cifalà cameraman e Mattia Nesto, reporter con il master Wilmer Poggio nell'ufficio dell'associazione

Lo staff de l’inchiostro fresco da sinistra Daniele Cifalà cameraman e Mattia Nesto, reporter con il master Wilmer Poggio nell’ufficio dell’associazione

 

Qual è stato  il nucleo fondativo della scuola?

Da non più di cinque coppie. Ma nel breve volgere degli anni abbiamo raccolto successi in tutte le competizioni alle quali abbiamo partecipato. E ora siamo più di 20 coppie stabili.

 

A quale federazione siete iscritti?

Siamo iscritti alla federazione nazionale, la FIDS (Federazione Italiana Danze Sportivee partecipiamo a tutti i principali circuiti di gare nazionali, seguendo scrupolosamente il regolamento e i dettami sui singoli balli e discipline.

 

Quali sono le vostre “punte di diamante”?

Siamo una grossa squadra e riusciamo a sfidare ad armi pari le grandi scuole della Lombardia, quelle meglio organizzate. Se devo fare dei nomi io dico due coppie Mattia ed Elisa (vincitori del Meeting di Rimini), Federica e Vasile (vincitori del campionato italiano e della coppa Italia), le migliori due coppie di campioni in erba d’Italia. Quando una di queste coppie vince un campionato, un meeting o una coppa Italia, provo delle emozioni intensissime, quasi mai provate in via mia . Questa è la danza, emozioni tradotti in passi, eleganza che si traduce in movimenti, passione riversata sulla pista.

 

Quali generi di balli proponete nella vostra scuola?

I nostri fiori all’occhiello sono il ballo liscio tradizionale alla piemontese e i balli da sala poi proponiamo un po’ tutti i balli classici ma ci avvaliamo anche di amici esperti in danze argentine e sudamericane.

Questa scuola appare molto competitiva, per chi volesse soltanto l’aspetto ludico c’è spazio?

Ma certo, non dimentichiamoci che questa scuola è nata per far star bene e aggregare la gente, non per vincere coppe, anche se ormai le mensole sono piene di medaglie e trofei – ci spiega il master scoppiando in una fragorosa risata – Detto questo tutti possono partecipare. Il martedì è il giorno che organizziamo per chi ci vuol fare visita. Le nostre porte sono aperte.

 

Una coppia molto charmante

Una coppia molto charmante

I giovani ballerini, il futuro-presente della scuola

I giovani ballerini, il futuro-presente della scuola

Un momento delle danze

Un momento delle danze

 

Dopo aver visto il suggestivo allenamento delle coppie, Wilmer Poggio ci accompagna all’uscita, non prima però di averci mostrato il magazzino a fianco, un vero e proprio “deposito di Zio Paperone” delle rape. E ciò ci dimostra una volta di più, come si possa sposare benissimo la leggiadria di una ballerina con il duro lavoro della terra e della trasformazione dei suoi prodotti.

Le rape

Le rape

Il gatto Pisotto

Il gatto Pisotto

Una "testa di rapa"

Una “testa di rapa”

 

L’allenatore, prima di salutarci, prende una rapa in mano e ci dice: “Vedete chi balla è come questa rapa: un frutto della terra. Per diventare deliziosa questa rapa va cotta al forno, secondo ricetta. Per fare sì che  i nostri piedi non ci servano soltanto per portarci in giro, ma per volare sulla pista, serve allenamento. Una rapa e un ballerino hanno già tutto al suo interno: ha bisogno soltanto della passione giusta per fare fruttare questo potenziale”.

 

 

 

 

Prossimamente sul nostro canale Youtube partirà una rubrica titolata “Ballando con l’inchiostro”. Sarà una serie di lezioni di ballo on-line tenute dal maestro Wilmer Poggio con l’ausilio dei ballerini della scuola A.S.D. WB. Le riprese saranno curate dal nostro cameraman, Daniele Cifalà, i testi curati da Eleuterio. Ai nostri lettori auguriamo: BUON BALLO… !!!

Mattia Nesto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina