Home | Appennino | Sant’Olcese : inaugurato il Centro Ri-Creativo

Sarà destinato a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 14 anni

Sant’Olcese : inaugurato il Centro Ri-Creativo

Grande festa ieri a Manesseno di Sant’Olcese, per l’inaugurazione ufficiale del Centro Ri-Creativo, destinato ai bambini e ragazzi di età fra i 6 ed i 14 anni. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza delle più importanti istituzioni del Comune quali il Sindaco Armando Sanna e l’assessore alle politiche sociali, giovanili e formazione Gabriele Taddeo, tra il pubblico presenti anche assessori e consiglieri comunali. Oltre alle istituzioni erano presenti la dott.ssa Tamara Pierini, funzionaria dei Servizi Sociali e, sopratutto, presidente e vicepresidente della CISEF, la cooperativa sociale che gestirà il nuovo Centro Ri-creativo, Luca Cappanera e Francesco Piccardo.

Il sindaco, Armando Sanna, ha introdotto l’inaugurazione spiegando che «Si tratta di una grande giornata per il Comune di Sant’Olcese e per la nostra giunta, giovane e nuova. Quanto, il 15 marzo di quest’anno, abbiamo inaugurato con la giunta precedente, il Centro socio-culturale un nostro sogno era quello di riaprire il centro ragazzi, lo avevamo proposto in campagna elettorale, e il nostro sogno si è realizzato. Il poter avere un centro di aggregazione per i più giovani, è una cosa molto importante, devo ringraziare per questo il nostro assessore Gabriele Taddeo, che, come tutta l’amministrazione ha fatto uno sforzo immane, in questi tempi di finanze magre per i Comuni, Gabriele ha dato l’entusiasmo a tutta la squadra, ringrazio moltissimo anche la dottoressa Pierini e Luca Cappanera che hanno permesso di realizzare tutto ciò».

L’assessore Gabriele Taddeo ha ringraziato il sindaco e tutta l’amministrazione, nonché la Cooperativa Cisef «In tutti questi mesi abbiamo svolto un grande lavoro di squadra» ha detto l’assessore «Io voglio dire due cose : la prima è che questo non è un intervento di politiche sociali ma di politiche giovanili, che valorizza le risorse del nostro territorio in termini di persone, capacità, competenze, spazi e luoghi. Questo spazio, inaugurato l’anno scorso, che vede anche altre attività presenti, è molto importante perché lavorare sulle politiche giovanili significa non lavorare sempre sulle emergenze ma sulle programmazioni, lavorando sull’agio prima che sul disagio. La seconda cosa è che per avere coesione territoriale bisogna conoscersi, c’è bisogno perciò che le attività e le iniziative non siano in un unico posto, infatti oltre a questo centro che sarà aperto tre volte alla settimana, per due volte al mese le attività saranno svolte nelle frazioni : al circolo Arci di Torrazza ed al circolo Acli di Vicomorasso».

La dottoressa Tamara Pierini ha raccontato la storia del Centro «Il primo centro nasce nel 1983, ed era denominato “centro di socializzazione per minori”, si svolgeva nella scuola di Piccarello e puntava ad attività ricreative e sportive, il centro nasceva per rispondere ad un bisogno delle famiglie. Negli anni Novanta il centro cambia, cambia la fascia di utenza, con più richieste dalla scuola media, avevamo tantissime iscrizioni ed il centro venne denominato “Centro socio-educativo per minori”, perché la prevalenza era l’attività didattica. Alla fine degli anni ’90 è nata la cooperativa Cisef, che, fino al 31 dicembre 2010, ha portato avanti l’attività del centro. Purtroppo dall’inizio del 2011 il centro venne chiuso per motivi finanziari, ringrazio moltissimo questa amministrazione che è riuscita non solo a riattivarlo ma a trasformarlo in modo moderno ed attento ai tempi. Questi centri hanno un comune denominatore, un obiettivo principe che è la prevenzione del rischio del disagio e dei comportamenti deviati. E’ importante fare prevenzione perché è necessaria per tutti, la società è cambiata e non sono più solamente i ceti deboli ad essere a rischio».

Luca Cappanera, presidente della Cooperativa Cisef ha dichiarato che «Come cooperativa siamo molto contenti di riaprire questa attività, ringraziamo tantissimo questa Amministrazione comunale che ci ha permesso di realizzare un sogno. Io sono presidente della Cisef dal 2001, negli ultimi quattro anni sul territorio dell’entroterra genovese dove siamo particolarmente radicati, abbiamo sempre dovuto agire per interventi sul disagio o su situazioni estremamente difficili, cose che, prima della crisi, si facevano sicuramente meno. Questo spazio che oggi si inaugura è una voce fuori dal coro, perché non vi è niente di simile nei comuni interni, Sant’Olcese ha sempre dimostrato un’attenzione particolare al fabbisogno sociale», il vicepresidente della Cisef, Francesco Piccardo ha illustrato come si compone il Centro «Come educatore è stato gratificante lavorare in questa maniera, sentendosi all’interno di una rete ed avendo occasioni di confronto, è stato scoprire un modo nuovo di lavorare che ha insegnato tanto. Questo spazio è completamente nuovo, anziché concentrarsi sulle attività da “far fare”, ci concentriamo sugli ospiti che arrivano».

Il centro sarà aperto dalla prossima settimana, con orario dalle 16 alle 19, il lunedì, il mercoledì ed il venerdì, in Via Gramsci 11-17. La prima settimana sarà di prova, dove i bambini e ragazzi potranno provare il nuovo centro ed iscriversi. Il Centro ha una quota simbolica, con un costo mensile di 15 € per tutti e tre i giorni alla settimana e di 10 € per un giorno alla settimana, in modo da venire incontro, in periodi come questo, anche alle famiglie in difficoltà.

A breve pubblicheremo le interviste all’assessore Gabriele Taddeo ed al vicepresidente della Cisaf, Francesco Piccardo. Ampia galleria dell’inaugurazione nella nostra pagina Facebook.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina