Home | Sport | Pallacanestro Novi: Buona la prima

Luca Lovelli fa il punto sulla prima giornata del consorzio novese

Pallacanestro Novi: Buona la prima

Inizia con una vittoria la stagione agonistica della Pallacanestro Novi 1980. Un’importante affermazione per la compagine gialloblù nell’esordio del torneo di Promozione Piemontese che per la stagione 2014-2015 vede i locali inseriti nel Girone B, formato dalle squadre della provincia di Alessandria, Asti e Cuneo. Novi che rompe il ghiaccio nel migliore dei modi anche alla luce dei grandi cambiamenti estivi, sia sul campo che fuori: con la guida della società affidata al neo presidente Davide Oliveri e al vice-presidente Luca Tett la compagine novese ha voluto puntare sul proprio vivaio inserendo nel roster della prima squadra gli atleti dell’under 19. Con la fondamentale riconferma di coach Stefano Gilli, a far da chioccia ai giovani cestisti sono rimasti i senatori della squadra, anche il capitano Andrea Dario e il cannoniere Ezio Ricci, già decisivi nella prima uscita stagionale. Nella serata di domenica 26 Ottobre esordio casalingo per la Pallacanestro Novi 1980 ritrovava il caloroso pubblico del Palazzetto dello Sport di Viale Cichero: ospite dell’impianto la Cestistica Cherasco, new entry nel girone B ma infoltita di vecchie conoscenze per Novi che ritrova nel roster cuneese gli artefici dell’eliminazione playoff di due stagioni fa, quando i protagonisti in campo vestivano la maglia della Pallacanestro Alba. Alla palla a due padroni di casa in campo con i baby Padula e Scotto, classe 97, affiancati ai senior Dario, Arbora e Gattorna. Primo quarto in cui l’emozione dell’esordio regna sovrana: il gioco stenta a decollare fino al canestro di Gattorna che rompe il ghiaccio e apre la stagione.logo Cherasco, che può contare sull’esperienza dei vari Martinengo e Duffaut sfrutta l’impasse dei padroni di casa e si porta avanti colpendo dalla media e lunga distanza. Novi rimane sulle gambe e dopo la tripla di Martinengo coach Gilli è costretto al time-out. L’allenatore scuote i suoi che rimangono comunque sotto alla prima sirena (8-18). Secondo quarto che parte sulla falsa riga del primo: i giovani Parodi e Viani si alzano dalla panchina  ma il ghiaccio non sembra ancora essersi rotto. Cherasco sembra infallibile dall’arco portando il vantaggio ospite sopra la doppia cifra (17-30). I gialli non ci stanno e con i novesi doc Dario e Mirabelli rientrano in partita, ma alla pausa di metà gara il tabellone recita 28-38. L’intervallo schiarisce le idee ai padroni di casa che tornano sul parquet scrollandosi di dosso le tensioni iniziali. Padula e Scotto portano difesa e punti mentre le scorribande di Arbora caricano di falli la difesa cuneese. Le certezze di Cherasco iniziano a sgretolarsi e le percentuali al tiro calano radicalmente. Ricci e Dario si caricano i compagni sulle spalle e al minuto trenta impattano il punteggio sul 47-47. Ultimo quarto parte con la tripla di Parodi e l’appoggio di Ricci che valgono il primo vantaggio novese dall’inizio del match. Il pubblico si infiamma e l’attacco ospite si inceppa. La palla inizia a farsi pesante e con entrambe le formazioni schierate in difesa a zona i possessi diventano decisivi con 2 minuti da giocare (57-57). Il rimbalzo d’attacco di Ricci consegna due punti di capitale importanza ai padroni di casa mentre sul lato opposto del campo Cherasco incappa in un fatale 0/2 ai liberi. Con 10 secondi sul cronometro il nervosismo coglie in fallo gli ospiti che subiscono due espulsioni per proteste: Ricci è infallibile dalla lunetta e la sirena finale sancisce la vittoria novese sul 68-62.
Grande entusiasmo sugli spalti e soddisfazione per la dirigenza giallo-blu che dopo aver puntato con veemenza sulla linea verde vede raccogliere i frutti del lavoro svolto. Conferme si cercheranno nella trasferta di Asti di venerdì 31.

Pallacanestro Novi 1980 68 – Cestistica Cherasco 62
Pall.Novi: Mirabelli, Dario, Viani, Arbora, Gattorna, Franza, Parodi, Repetto, Pasciucco, Padula, Scotto, Ricci. All. Gilli

 

Luca Lovelli
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina