Home | Sport | BadmintoNovi in Alto Adige

Nella nota di Roberto Scarabello le ultime gare del consorzio novese

BadmintoNovi in Alto Adige

In attesa dell’imminente inizio del Campionato Italiano a Squadre di Serie A che vedrà domenica 16 scendere al PalaBarbagelata il Bolzano ,sono stati i ragazzi del Boccardo BadmintoNovi a doversi recare in Alto Adige per disputare il 3* Grand Prix dei Castelli di Appiano.
Difficoltà per i neo senior David Capozza,Alex Patrone,Andrea Demicheli e Manuel Scafuri che non riescono a superare i rispettivi avversari . Sarà necessario ancora un pò di tempo per permettere a loro di adattarsi al livello di questa categoria che comprende i migliori giocatori italiani.
Meglio è andata per Sofia Zacco che raggiunge i quarti nelle due categorie a cui partecipava ,nel Doppio in coppia con l’acquese Martina Servetti cadevano ad opera delle bolzanine Erika Stich-Yvonne Tscholl mentre nel singolare era Camilla Taramelli del BC Milano a bloccargli ai quarti la strada verso il podio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Risultato che invece otteneva Camilla Negri che dopo aver superato la strenua resistenza di Martina Moretti del GS Chiari doveva cedere in due set ,ambedue in over point 21-23 20-22, la semifinale all’atleta del Malles Hannah Strobl.
Medaglia di bronzo anche per Stefano d’Elia, che non riesce a ripetere la vittoria nel Doppio Maschile Under  dell’anno scorso  sempre con l’altoatesino Rudi Sagmeister . Sono i lombardi Giorgio Gozzini e Diego Scalvini ( quest’ultimo gli bloccherà anche l’accesso alla semifinale nel Singolare U 17 ) a impedirgli una doppietta prestigiosa.
“Trasferta positiva” questa la dichiarazione del Presidente Monica Ubaldeschi”Sono queste le occasioni che permettono ai nostri atleti di crescere e migliorare”

Roberto Scarabello
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina