Home | Sassello | Equilibri di bilancio, applicazione dell’avanzo di amministrazione, fondo per i crediti di dubbia esigibilità

Una nota dal Comune di Sassello

Equilibri di bilancio, applicazione dell’avanzo di amministrazione, fondo per i crediti di dubbia esigibilità

L’equilibrio di bilancio dalla verifica fatta è garantito. Il contesto esterno è certamente stato e continua ad essere molto difficile e gravido di conseguenze pesantemente negative per i Comuni. Pensiamo ai continui tagli che direttamente o indirettamente si ripercuotono sui bilanci dei Comuni.
Nonostante ciò, le scelte che abbiamo dovuto compiere per realizzare l’equilibrio di bilancio non sono state così complicate.
In primo luogo abbiamo aggiornato le previsioni di entrata per i contributi ricevuti dalle fabbriche degli amaretti per la festa dell’amaretto di 4 mila euro. Sono state poi modificate le previsioni  di spesa per i 30 mila euro per la somma urgenza in Località Piano, quando è venuta giù la strada durante i lavori di rifacimento della condotta fognaria. Abbiamo riaccertato i residui e allocato il fondo per i crediti di dubbia esigibilità Due adempimenti, questi, previsti dalla sperimentazione dei nuovi bilanci. Il Comune di Sassello, per avere un consistente taglio al saldo obiettivo del Patto di Stabilità (che ci ha permesso di avviare in un anno 4 cantieri), ha infatti anticipato di un anno il bilancio armonizzato, un bilancio di cassa simile a quello di un’azienda privata. Il fondo crediti di dubbia esigibilità,  il cui ammontare è determinato in considerazione della dimensione degli stanziamenti relativi ai crediti che si prevede si formeranno nell’esercizio, della loro natura e dell’andamento del fenomeno negli ultimi cinque esercizi precedenti (la media del rapporto tra incassi e accertamenti per ciascuna tipologia di entrata), obbedisce alla logica del bilancio di cassa “tanto ho, tanto posso spendere” e, quindi, bisogna accantonare tramite l’avanzo una somma che garantisca tutte le previsioni di entrata che potrebbero non realizzarsi. Per il Comune di Sassello si tratta di 282 mila euro, una somma molto alta determinata dal fatto che siamo indietro di un anno col ruolo dell’acquedotto (186 mila euro). Alla fine di quest’anno dovrebbe essere pronto da emettere, però, anche il ruolo 2013, e così dal 2015 dovremmo tornare in pari.

sassello5

L’applicazione dell’avanzo, oltre al cofinanziamento della scuola a distanza, dei lavori del Piano, della Bronda e del lotto integrativo al nuovo polo museale, servirà in gran parte (130 mila euro) per la frana della Strada dell’Antenna per l’accordo con la Provincia e il Comune di Urbe (somma garantita dalla casa cantoniera di Sassello).

Adesso cominciamo a lavorare al 2015, sperando di avere da parte del Governo un patto di stabilità più basso. Anche perché i tagli sul prossimo bilancio saranno ancora più alti e se dovessimo trovarci un patto di stabilità invariato sarebbe impossibile chiudere il bilancio.

Daniele Buschiazzo
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina