Home | Entroterra Genovese | Ora è il momento di prendersi le proprie responsabilità

La lettera di un cittadino busallese indignato

Ora è il momento di prendersi le proprie responsabilità

giuseppe coniglio Riceviamo e pubblichiamo integralmente, la lettera giunta in redazione da Giuseppe Coniglio, già portavoce della lista Busalla Libera e Democratica sul bilancio dei primi sei mesi della Giunta Maieron e del Consiglio Comunale:

Cosa ha fatto questa giunta in questi sei mesi? Le loro priorità, in campagna elettorale erano quelle di migliorare il sistema di raccolta dei rifiuti, di dotare il paese di un’automedica e di sfruttare al meglio l’Ospedale Frugone, lottando per un punto di primo soccorso o per un punto della “Gigi Ghirotti”.

Il risultato è davanti a tutti : la raccolta dei rifiuti è persino peggiorata, malgrado quanto dicano gli assessori nelle interviste e la sanità che è completamente al palo : l’Ospedale è attualmente trasformato in un campo profughi, con questi rifugiati che non sappiamo quando andranno via e, soprattutto non è stata mantenuta nessuna delle loro promesse. Adesso la ASL sta cominciando a portare delle cose a Borgo Fornari, quindi Busalla sarà completamente tagliata fuori a livello sanitario.

Sulla sanità incolpo pesantemente una certa parte del Partito Democratico che spinge da tempo per una RSA, con la realizzazione di questa struttura noi non saremmo per nulla competitivi, chi ha interesse a fare una RSA con venti posti letto? Rischieremo di avere, tra infermieri, cuochi, addetti alle pulizie, ecc… più personale che degenti! Una domanda faccio al PD che spinge per realizzarla : perché la vogliono fare? Chi paga tutto questo? al segretario del PD locale che spinge per fare la RSA vogliamo domandare. avete la consapevolezza che questa e una operazione che può solo essere fallimentare, che nessun privato vorrebbe fare. il rischio enorme e che pagarne le conseguenze sono la regione ,il comune e i cittadini, Ma forse tutto questo come al solito, non interessa.

Se non riusciamo a fare almeno un punto di primo soccorso, riprendendo le parole dette in campagna elettorale dalla lista “Insieme per Busalla”, dotiamoci di un’automedica, ma che non assista in modo vergognoso, come succede adesso, davanti al casello autostradale ma con almeno una stanza a disposizione per i malati.

Riprendo inoltre le parole dell’ “assessore ombra” del PD busallese alla sanità che diceva che nella sua farmacia è ben felice di fare il lavoro del primo soccorso, portandosi un camice di riserva, in quanto sempre più spesso i cittadini vedi per una ZECCA vedi per un TAGLIO , la farmacia diventa un punto di riferimento dove può trovare valida assistenza quindi smentisce lei stessa le volontà suo segretario!era un bel commento assessore ombra alla sanità, veramente un bel commento peccato che al mattino dopo, il tutto era cambiato… La notte forse portava consiglio?

A distanza di sei mesi possiamo ampiamente parlare di conflitti di interesse nel Comune di Busalla, innanzi tutto sarebbe da capire cosa si intende per “delibere tecniche”, io non ho mai visto una delibera in linea tecnica e mi stupisce che chi l’abbia scritta sia un funzionario della Regione Liguria! Vedere un assessore, nonché vicesindaco che si sia persa o sia cascata ingenuamente nel firmare una delibera dove vengono dati in pratica dei contributi a se stessa! La vicesindaco non si è astenuta, come cittadini di Busalla pretendiamo che la Vicesindaco Lindner si dimetta, perché un conflitto di interesse di tali dimensioni non si è mai visto. Aver inserito la delibera come secondo lotto per i danni alluvionali il campo sportivo di Busalla è scandaloso, perché lo stesso campo non si è mai alluvionato, vi hanno giocato sia la domenica prima che quella dopo l’alluvione. Come comitato dei cittadini BUSALLESI siamo pronti a portare tutto questo davanti ad un giudice , davanti qualsivoglia autorità, è altresì scandaloso che l’opposizione in Consiglio Comunale non reputi immorale tutto questo. E’ vergognoso che a fronte di due paesi, Montoggio e Savignone, devastati dall’alluvione noi ci prendiamo il lusso di prenderci una cosa che non ci aspetta.

Per quanto riguarda la pista d’atletica, dove i danni ci sono stati eccome , chiediamo all’Amministrazione Comunale : chi era la Giunta con cui è stata fatta questa pista? Chi era la ditta costruttrice? Chi era l’addetto alla sicurezza? E seil terreno necessitava di un riempimento ,con che cosa è stata riempita ? L’Amministrazione deve rendere pubblico tutto questo progetto, ci sembra strano che dopo dieci anni si debba assistere al cedimento di un muro di contenimento, forse non ancorato alla roccia… Forse non dicono nulla perché l’Amministrazione di dieci anni fa era, in pratica, la stessa di adesso?

Per quanto riguarda i conflitti di interesse, qualcuno ricorderà la mia personale partecipazione alla campagna elettorale, dove avevo denunciato i conflitti di interesse del consigliere Pietro Bellina, funzionario della Provincia, come ero convinto allora , lo sono ancora adesso; ineleggibilità, e conflitto del Sindaco Loris Maieron stesso e di consigliere di maggioranza , con parenti strettissimi in comune , Il sindaco addirittura con delega al personale (e quindi di fatto datore di lavoro dei suoi familiari) d’accordo che questo trasferimento è avvenuto prima delle elezioni, Non mi sembra una cosa eticamente giusta…

Nei conflitti aggiungo un’altra cosa : girando per Busalla ho notato che stanno fioccando le multe per divieto di sosta, , secondo i regolamenti e leggi dello stato i cartelli devono avere stemma e timbro del Comune, e numero della delibera , invece dietro a questi cartelli non vi è nulla, secondo la sentenza della iv sez. sentenza del 26/02/2004 di pari gravita poi l’operato della polizia municipale laddove elevi contravvenzioni senza verificare la regolarità della segnaletica ,mio sembra molto più grave questo ,che le auto in divieto di sosta

Io stesso in campagna elettorale avevo chiesto di tirare fuori l’argomento dell’Architetto Gazzotti : un architetto trasferito in Regione, nella Pubblica Amminsitrazione, in caso di trasferimento serve un cambio alla pari, che Busalla non ha avuto in quanto e stato csono state assunte due persone. Vorrei che questo sindaco e questa giunta comunichino se è davvero arrivata una denuncia da parte dell’Architetto Gazzotti, diciamo questo perché, nel caso che la denuncia fosse reale non pagherebbe il Comune ma, ancora una volta, i cittadini.

Infine una polemica su una questione di questi giorni : cosa significa “Allerta 2”? Quando si dice al cittadino di attivarsi per tutte le forme di autoprotezione, chiudendo le scuole, e il sindaco, anzi più sindaci della Valle le tengono aperte che senso ha? Facciamo parte di un Unione di Comuni oppure ognuno si muove per i fatti suoi? Come mai Busalla e Ronco Scrivia hanno tenuto le scuole aperte? O queste allerte sono un bluff oppure i sindaci ignorano cosa sia un allerta 2. Se fosse vera la prima allora non dovrebbero avvisare i cittadini dicendo di prepararsi all’autoprotezione, ma le famiglie i figli li devono mandare a scuola. Siamo di fronte a dilettanti allo sbaraglio!

Giuseppe Coniglio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina