Home | Ovada e Ovadese | PRESENTAZIONE DELLA 15° EDIZIONE DE “L’ARMANÀCULU D’SIRVÒU” (ANNO2015)

LO STORICO CALENDARIO IN DIALETTO SILVANESE

PRESENTAZIONE DELLA 15° EDIZIONE DE “L’ARMANÀCULU D’SIRVÒU” (ANNO2015)

Mercoledì 26 novembre 2015, ore 21, presso la Sala Consiliare del Comune di Silvano d’Orba, verrà presentato “L’Armanàculu d’Sirvòu” 2015, ovvero la quindicesima edizione del calendario in dialetto silvanese (con traduzione in italiano), divenuto oramai un vero pezzo da collezione. Edito dall’Associazione Culturale “Circolo Dialettale Silvanese Ir bagiu”, “L’Armanàculu d’Sirvòu” è infatti una delle pubblicazioni più richieste – e a cuore – non solo dei silvanesi, ma anche dei “foresti”, cioè dalle persone che non vivono a Silvano d’Orba. Ciò dimostra il grande successo di quest’opera, stampata in edizione limitata presso la storica Tipografia Pesce di Ovada.

La presentazione è patrocinata dal Comune di Silvano d’Orba – che ha messo a disposizione la Sala Consiliare – e dal giornale “L’Inchiostro Fresco” di Novi Ligure. Durante la serata interverranno: Ivana Maggiolino, Sindaco del Comune di Silvano d’Orba, Pierfranco Romero e Giovanni Calderone del Circolo “Ir bagiu”.

Cattura Cattura2 Cattura3 Cattura4

«Nella serata della presentazione», afferma Claudio Passeri, Presidente del Circolo “Ir bagiu”, «avremo due importanti novità. La prima è la presentazione ufficiale dell’Edizione Speciale de “L’Armanàculu d’Sirvòu 2015”, contenente la stampa di due serie di fotografie dell’Orchidea purpurea, una delle specie di orchidee autoctone del colle di San Pancrazio. Le fotografie fanno parte di uno studio botanico molto importante, effettuato negli anni 1980-’90 da Marco Perasso e volto alla valorizzazione e salvaguardia delle specie botaniche – soprattutto dei fiori e delle orchidee – di Silvano d’Orba.

La seconda novità è che, in accordo alla proposta dell’Amministrazione Comunale di Silvano d’Orba per portare un aiuto economico concreto alla popolazione di Castelletto d’Orba, parte dell’incasso della serata sarà devoluto proprio ai castellettesi, per provvedere ai danni causati dalla terribile alluvione dell’ottobre scorso».

Claudio Passeri
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina