Home | Valle Stura e Val d'Orba | 30 anni di Telemasone

Un grande traguardo per il network della Valle Stura

30 anni di Telemasone

Nel corrente mese di ottobre ricorre il trentesimo anniversario dall’ inizio delle trasmissioni di TeleMasone – Rete Valle Stura, l’emittente che ininterrottamente per questo lungo periodo ha raccontato la cronaca di tutti gli avvenimenti accaduti nei comuni di Masone, Campoligure e Rossiglione, nonche’ le storie, pubbliche e spesso personali, di molti abitanti della vallata. Uno sforzo che ha portato alla formazione di un archivio con oltre trentamila ore di repertorio comprendenti registrazioni effettuate anche lontano dalla Valle Stura, ovunque ci fosse qualcosa da documentare che potesse essere di interesse per gli spettatori dei nostri paesi. Una lunga avventura che ha comportato un continuo rinnovamento, non solo tecnologico, e il superamento di grandi difficoltà, basta pensare da ultimo al passaggio al digitale terrestre. Il tutto facendo ricorso a sole risorse provenienti dal volontariato e dalla generosità di sostenitori grandi e piccoli. Le tappe principali e i momenti più emozionanti di questo viaggio saranno rievocati nel corso di una serata di gala in programma sabato 29 novembre p.v. a partire dalle 20.30 nel teatro Opera Mons. Macciò di Masone alla quale parteciperanno gli spettatori e i protagonisti di questi anni. durante la manifestazione in diretta televisiva ci saranno lettura del notiziario, spettacoli musicali, la consegna di riconoscimenti e la proiezione di un filmato con una selezione degli avvenimenti salienti del trentennio. Un documento che sarà successivamente diffuso, cosi come il programma della manifestazione, in ambito quantomeno Provinciale e nel basso Piemonte. Cattura

La storia in pillole

Telemasone è un’emittente a carattere comunitario, ossia senza scopo di lucro, ed è di proprietà dell’Associazione Pro Loco di Masone, ente parimenti senza scopo di lucro che, per il raggiungimento degli scopi statutari di promozione e valorizzazione del paese, si avvale anche del suddetto strumento televisivo.

L’emittente svolge ininterrottamente il proprio servizio da 30 anni grazie alla collaborazione, stabile o saltuaria, di numerosi volontari i quali, appassionati del mezzo televisivo, negli anni hanno contribuito alla programmazione, trasformando, di fatto, il proprio svago personale in un servizio notevolmente apprezzato dalla popolazione locale.

I collaboratori di Tele Masone, quindi, prestano da sempre la loro opera a titolo esclusivamente gratuito, tanto è vero che l’emittente non si avvale, né si è mai avvalsa, di personale stipendiato.

Per una migliore comprensione della natura e degli scopi di Telemasone, si ritiene utile fare un cenno più dettagliato alle vicende che hanno determinato la storia della piccola emittente la quale – si sottolinea – per molto tempo ha avuto un bacino di utenza ristretto al comune di Masone (4.300 abitanti circa) e solo di recente, grazie all’intervento della locale Comunità Montana, che ha compreso l’utilità sociale dell’emittente stessa, è stato possibile estendere le trasmissioni ai piccoli comuni limitrofi di Campo Ligure e Rossiglione, trovando in tali centri altri volontari disposti a collaborare alla programmazione.

Già alla fine del 1983 alcuni masonesi appassionati di telecomunicazioni iniziarono a trasmettere saltuariamente filmati (da essi stessi realizzati) riguardanti avvenimenti e manifestazioni del paese di Masone.

In breve l’interesse verso l’attività televisiva si consolidò a tal punto che si pensò di effettuare trasmissioni in forma continuativa. Nell’ottobre del 1984, infatti, l’Associazione Pro Loco di Masone ottenne dal Tribunale di Genova l’autorizzazione della testata giornalistica denominata “Telemasone”, e iniziò la trasmissione di un notiziario a carattere esclusivamente locale, arricchito da immagini e servizi realizzati dai suddetti volontari, divenuti nel frattempo anche attivisti della stessa Associazione.

Negli anni 90, con l’entrata in vigore della normativa che ha riordinato il settore televisivo – fino ad allora disciplinato in maniera assolutamente frammentaria – Telemasone, per il tramite della suddetta Pro Loco, ha avviato, al pari delle numerose televisioni locali sorte in quegli anni, le pratiche per regolarizzare la propria posizione.

In data 14.02.1995 l’Associazione Pro Loco ha quindi ottenuto per Telemasone, dall’allora Ministero per le Comunicazioni, la concessione televisiva per emittente comunitaria, in virtù dell’art. 16, comma 5° della legge n. 223/90 e dell’art. 1, comma 6°, della legge n. 323/93, essendo la sua programmazione basata sull’informazione locale e sulla trattazione delle tematiche sociali, politiche, culturali e sportive che riguardano eminentemente la comunità locale, fatto escluso ogni fine di lucro.

Oggi, a distanza di 30 anni dalle prime trasmissioni, l’emittente è ancora animata dall’impegno e dall’entusiasmo di numerosi volontari, molti dei quali giovani, che collaborano in varia misura, a seconda delle capacità e della disponibilità di tempo, alla realizzazione dei servizi filmati e alla messa in onda della programmazione.

Il palinsesto offerto ai telespettatori è basato su filmati e programmi auto-prodotti e, pertanto, non contiene film, promozioni commerciali e altre produzioni che non abbiano alcuna attinenza con la realtà locale. Viene effettuata pubblicità nei limiti consentiti dall’art. 1, comma 6° della legge n. 323/93, al solo scopo di autofinanziare i costi di gestione dell’emittente.

Come già accennato, Telemasone ha esteso il segnale ai due comuni limitrofi, incontrando il favore anche dei nuovi utenti raggiunti, soprattutto anziani, i quali, grazie al mezzo televisivo, possono mantenersi aggiornati sugli avvenimenti locali sebbene impossibilitati a muoversi dalle loro abitazioni.

CRONOLOGIA:

1984: inizio trasmissioni regolari;

1989:primi esperimenti di trasmissione in valle stura (in collaborazione con primo canale);

1992: rilascio licenza tv comunitaria;

1998:richiesta di soldi con raccolta di autofinanziamento;

2008: inizio trasmissioni in valle

2011:passaggio al Digitale terrestre con 3 canali: canale lcn 74: cronache locali, canale lcn 641:repliche, lcn 642: argomenti religiosi.

 

Associazione ProLoco – Telemasone
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina