Home | Magazine | Braccia rubate all’Architettura. Ne sarebbe fiero lo sciù Parodi!

In una lettera manifesto di un "figlio di" le verità nascoste dal velo dell'ironia

Braccia rubate all’Architettura. Ne sarebbe fiero lo sciù Parodi!

Gli urbanisti dicono che per risolvere il caso Genova bisogna spianare interi quartieri.

È vero! Lì u sciù Parodi, noto palazzinaro degli anni Cinquanta-Sessanta, ha costruito persin sui fiumi, interrando rii e ogni altro corso d’acqua dicendo “Per lo meno i genovesi non ci pisciano dentro!”.

U sciù Parodi ha fatto i soldi, i genovesi si sono comprati le case, hanno dato il voto alla D.C., al P.C.I. e al P.S.I. tutti felici e contenti perché gli andava bene così.

Adesso nei rii i genovesi non ci pisciano più ma quando piove l’acqua non sa dove andare e allora saltano i tombini e Genova diviene come l’odiata Venezia!!! Chissà cosa direbbe i Doria (la famiglia, non Marco!!!).

E adesso che si fa? Spianiamo tutto? Ma no speriamo che non piova più!!! E se per caso piovesse ancora e i condomino scricchiolassero perché sotto le fondamenta ci passa l’acqua, poco male a Novi c’è un prode virgulto che con due mani li tiene su!

10394070_10204172960514633_6183691706752951676_n

Il nipote di sciù Parodi
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina