Home | Entroterra Genovese | Iplom Volleyscrivia sempre più attiva nella solidarietà

Lo sport si unisce al volontariato, con la Colletta Alimentare e Telethon

Iplom Volleyscrivia sempre più attiva nella solidarietà

Telethon 2 Sabato 29 novembre si terrà in tutta Italia la diciottesima edizione della “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare”. Nell’occasione più di 135.000 volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, in oltre undicimila supermercati sparsi in tutta Italia, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a 8.898 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano quasi due milioni di persone povere che vivono in Italia.

Ovviamente non poteva mancare l’appoggio dell’Iplom Volleyscrivia, associazione sportiva che da sempre unisce l’attività agonistica a quella sociale, che parteciperà attivamente alla colletta coinvolgendo una bella schiera di atlete (Serie D, Prima Divisione e Under 14/16 Femminile), alcuni genitori e dirigenti che si alterneranno nel corso della giornata di sabato presso la Coop di Busalla (in località Sarissola).

«Da anni come società» queste le parole del Presidente Marco Fanti «cerchiamo di sostenere, promuovere e sensibilizzare iniziative di questo genere cercando di coinvolgere anche le fascie d’età un po’ più giovani, come nel caso dell’Under 14 Femminile, perché crediamo fortemente che queste esperienze e questi piccoli gesti possano servire a fare crescere ragazzi e ragazze, che poi diventeranno uomini e donne, con valori di solidarietà importanti per il loro futuro.»

Tutta questa attività non si fermerà al termine della giornata di sabato, ma continuerà nel mese di dicembre in vista della Maratona di Telethon dove l’Iplom Volleyscrivia tornerà in piazza il 13-14 dicembre con un banchetto e con il “cuore di cioccolato” di Telethon che sarà distribuito a fronte di una donazione minima da 10 euro; il cuore, prodotto da Caffarel nella versione al latte e fondente, è un simbolo di speranza e fiducia.

Perché grazie ai fondi donati richiedendo il cuore nei banchetti è possibile donare una speranza concreta di cura a tutte le persone che lottano contro una malattia genetica. Un impegno preso nei confronti delle persone malate e dei loro genitori che ogni giorno corrono una maratona per la vita, lottando contro il silenzio e l’indifferenza di chi non conosce cosa significhi avere una malattia rara e spesso incurabile. Grazie alla generosità di tutti coloro che lo richiedono, il cuore di cioccolato Telethon accende così una luce, facendo sentire le persone che quotidianamente lottano contro una malattia genetica meno sole.

 

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina