Home | Entroterra Genovese | Un sabato al Museo a Campomorone

Il pane preistorico al Museo di Paleontologia e Mineralogia

Un sabato al Museo a Campomorone

museo paleontologia Il Comune di Campomorone propone una simpatica iniziativa per un sabato pomeriggio invernale diverso dal solito, con l’iniziativa “Un sabato al museo”.

Questo sabato, alle ore 15:00 infatti, presso il Museo di Paleontologia e Mineralogia di Campomorone (situato in Piazza Marconi nello stesso edificio del Municipio, Palazzo Balbi) si terrà l’evento, dedicato a ragazzi, adulti e famiglie “La macina e il primo pane”, ai partecipanti all’iniziativa verrà spiegato come si realizza una sorta di “focaccia preistorica” e sarà spiegato come preparavano il pane ed i cibi base dell’alimentazione i nostri antenati durante il periodo del Paleolitico e del Neolitico.

L’evento ha un costo di 4 euro a persona e la prenotazione è obbligatoria al numero di telefono 010-7224314.

Sabato 17 gennaio si ripeterà l’iniziativa “Un sabato al Museo”, con la visita guidata al museo, unico nel centro-nord Italia, delle marionette con l’evento “Le marionette di Angelo Cenderelli”.

Il Museo Civico di Paleontologia e Mineralogia di Campomorone, nato nel 1980, è costituito da tre ampie sale, un laboratorio didattico e la sala delle conferenze. La ricca raccolta di fossili proviene quasi interamente dall’Appennino ligure-piemontese, il laboratorio didattico, nato nel 1987, è rivolto, a seconda degli eventi ai bambini delle scuole materna ed elementare ed ai ragazzi delle scuole medie e superiori, all’interno dei laboratori sono proposte diverse attività pratiche, con metodologie sperimentali e approfondimenti culturali dedicati agli studenti.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina