Home | Genova | L’Appello di “L’altra Liguria”

Riceviamo e pubblichiamo

L’Appello di “L’altra Liguria”

Nonostante tre alluvioni in un mese, lutti e danni ingenti, il PD, insieme a PdL, Lista Musso e UdC intendono portare avanti il progetto di costruzione della gronda autostradale di Ponente.

L’opera impattera’ pesantemente sul territorio genovese con tombinamenti di rii, piloni in alveo, un fangodotto di rocce amiantifere nel letto del del Polcevera, siti di stoccaggio a Bolzaneto, a Cornigliano e in mare davanti all’aeroporto. Il tutto per un nuovo tratto autostradale che darà risposta solo al 20 per cento del transito sul nodo genovese (quello di attraversamento). logolistatsipras

L’Associazione L’Altra Liguria sostiene tutte le forze politiche che si stanno opponendo duramente in Consiglio Comunale contro questa scelta scellerata, Federazione della Sinistra, Sinistra Ecologia e Liberta’, Lista Doria, Movimento 5 Stelle.

Siamo disponibili a costruire con queste forze un fronte politico che a livello regionale sia alternativo ai partiti del cemento. Chiediamo a tutti il coraggio di lasciare da parte l’orgoglio di partito e di lavorare insieme ad una proposta che guidi la Regione Liguria verso una politica attenta al territorio ed alla vivibilità, ed in grado di creare nuovi posti di lavoro di qualità.

L’Altra Liguria

Sul nostro sito www.altraliguria.it è pubblicato il nostro appello a cui è possibile aderire direttamente online. Ieri è arrivata la 155esima firma e, graditissima sorpresa, era quella della nostra europarlamentare Barbara Spinelli. Questo rappresenta per noi un importante riconoscimento che ci sprona ad impegnarci sempre di più nella costruzione di un’alternativa che, partendo dalle Regioni, ma riconoscendosi in una forza europea, possa contaminare l’intera nazione con un nuovo modo di concepire la politica.

Simonetta Astigiano e Giorgio Boratto
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina