Home | Entroterra Genovese | Premio Solinas Donghi, a Serra Riccò ragazzi protagonisti

Si terrà questa primavera la prima edizione del concorso letterario

Premio Solinas Donghi, a Serra Riccò ragazzi protagonisti

beatrice solinas donghi Un premio dedicato alla letteratura per l’infanzia e per l’adolescenza ma che, a differenza di quelli già esistenti, non premierà gli scrittori adulti ma bambini e ragazzi che realizzeranno opere letterarie destinate ai loro coetanei. È il premio “Paese delle Fiabe” che si terrà alla fine di maggio, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Serra Riccò per omaggiare e far conoscere la grande autrice di romanzi destinati ai più giovani, Beatrice Solinas Donghi, nativa del comune dell’Alta Valpolcevera, scomparsa lo scorso autunno.

Marco Torre, assessore alla cultura del Comune di Serra Riccò, intervistato da L’Inchiostro Fresco descrive il progetto «il bando, a cui possono partecipare i ragazzi fino ai 14 anni, è stato prorogato fino alla fine di febbraio proprio perché abbiamo avuto molte adesioni, comprese scuole al di fuori della nostra provincia» spiega Torre «la premiazione si terrà alla fine di maggio nella cornice del castello di San Cipriano e la faremo coincidere con l’iniziativa che abbiamo inaugurato lo scorso anno dedicato al territorio, alle aziende agricole e agli espositori artigianali locali, le prime due giornate della manifestazione, il giovedì e il venerdì, quando le scuole sono aperte, le dedicheremo al premio».

Il premio sarà anche l’occasione, ha detto l’assessore Marco Torre, per far conoscere la figura di Beatrice Solinas Donghi «l’autrice nacque nel nostro comune e lì visse i primi anni della sua vita, rimanendo sempre legata affettivamente a Serra Riccò, il legame si manifestò con la concessione della cittadinanza onoraria e con il lascito delle sue opere alla nostra biblioteca civica». Per la primissima edizione del Premio, il Comune di Serra Riccò ha invitato una giuria di qualità, con esponenti del mondo della comunicazione, vi saranno infatti il giornalista Enzo Melillo di Rai 3, Gilberto Volpara di Primocanale, Silvia Pedemonte giornalista de Il Secolo XIX ed Elisa Zanolli che scrive su una testata online locale, l’assessore alla cultura Marco Torre promotore dell’iniziativa, l’ex sindaco di Serra Riccò Tommaso Richini che ha curando il lascito di Beatrice Solinas Donghi per molti anni. Pino Boero, docente di pedagogia all’Università di Genova che fu a contatto e collaborò con l’autrice assumerà il ruolo di Presidente.

Il premio però, non vuole essere un concorrente del celebre “Premio Andersen” anche perché, come spiega l’assessore Torre «il nostro è un premio per i giovanissimi dove si premiano i giovanissimi», in questo ambio, continua Marco Torre «le iniziative a livello nazionale sono poche e c’è un grande terreno fertile».

Beatrice Solinas Donghi, una delle principali autrici italiane di letteratura destinata al mondo giovanile, fu anche autrice di romanzi per adulti, saggi e poesie.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina