Home | Inchiostrino | Gli alunni della classe 5° e i bambini dell’Infanzia di Molare raccontano…

Riceviamo e pubblichiamo

Gli alunni della classe 5° e i bambini dell’Infanzia di Molare raccontano…

esterno-scuola-18

Il 27 aprile 2016, gli alunni della classe 5^ Primaria con i bambini della Scuola dell’Infanzia,  si sono recati in Biblioteca a Molare, accompagnati dalla maestra Rossella e dalle maestre Giovanna, Maria Rosa e Orietta,  per trascorrere insieme una giornata indimenticabile.

Seguendo gli obiettivi stabiliti dal progetto di continuità, la classe 5^ della Scuola Primaria di Molare ha presentato ai bambini di cinque anni il proprio lavoro di ricerca sull’ origine del mondo partendo dalla combinazione dei quattro elementi: fuoco, aria, acqua e terra.

Gli alunni della  5^ Primaria, dopo aver  inventato la storia: “I cristalli dei quattro elementi”,   hanno  riflettuto con i bambini dell’Infanzia sulle origini del mondo  iniziando dalla lettura e  dalla drammatizzazione della storia  vivendo un’esperienza polisensoriale fondata sull’interazione e sulla scoperta.

La drammatizzazione della storia ha assicurato la comunicazione tra i bambini e ha sviluppato lo spirito di gruppo per mezzo della condivisione di idee ed emozioni che hanno portato a costruire,  realizzare e rappresentare la storia. Si è suscitata l’immaginazione attraverso la simulazione del mimo arricchito di gesti e parole e si è stimolata l’osservazione, la riflessione, lo spirito critico, la capacità creativa per facilitare l’espressione di sé.

Così facendo si è  favorita e incentivata la relazione tra i bambini attori, tra i bimbi spettatori  e tra attori e pubblico: relazioni volte al coinvolgimento emotivo e alla condivisione di esperienze comuni ad entrambi gli ordini di scuola.

Il percorso è stato apprezzato dai bambini ed ha contribuito ad arricchire l’offerta formativa sia per le metodologie di laboratorio usate, sia per i contenuti trattati.

 

 

Imparare attraverso le nuove tecnologie.

 

La classe 5^ della Scuola Primaria di Molare è ormai giunta alla conclusione del suo percorso di sperimentazione riguardante il progetto: Scuola digitale – Cl@ssi 2.0.

Molte le attività nate in seno al progetto orientate a stimolare il pensiero critico degli alunni e volte ad approfondire l’apprendimento scolastico attraverso l’uso delle tecnologie. L’avvio del percorso di innovazione, portato avanti da Cl@ssi 2.0, ha avviato un processo di riorganizzazione che è partito dall’introduzione di tablet e LIM e che ha portato alla trasformazione della classe  dal punto di vista didattico.

L’inserimento e la presenza della LIM, del Tablet, del PC e di Internet nella classe, per le loro peculiarità, hanno trovato  applicazione in ogni area disciplinare,  hanno richiesto un diverso modo di utilizzare la mente e hanno necessariamente  modificato e, in buona parte, “rivoluzionato” il  modo di “fare scuola” oggi.

Particolarmente apprezzato dai bambini l’uso della LIM: una lavagna speciale, su cui è possibile scrivere, proiettare filmati, inserire suoni, spostare immagini e altri oggetti multimediali con le mani o con apposite penne digitali, salvare la lezione svolta sul computer per poterla riutilizzare in seguito…

Il nuovo modo di fare scuola è stato accolto positivamente dagli alunni, sempre più abituati a ragionare e filtrare le informazioni del mondo secondo le regole comunicative del world wide web, poiché le lezioni partecipate e di gruppo, le discussioni guidate e i lavori eseguiti con gli strumenti informatici hanno favorito la collaborazione e l’apprendimento per raggiungere un fine comune.

Rossella Castagnino
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina