Home | Alessandrino | Tanti auguri Scuola dei Pochi di Alessandria

Sabato 10 dicembre "si festeggia" con Ferruccio Soleri

Tanti auguri Scuola dei Pochi di Alessandria

ferruccio-soleri-foto

Sabato 10 dicembre con inizio alle ore 17,00 (ingresso libero) presso la Sala Ferrero del Teatro Comunale di Alessandria, col patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria, si svolgerà un incontro pubblico in occasione dell’Anniversario della Scuola di Teatro I Pochi, nata nel settembre del 1956 come Scuola di Recitazione Città di Alessandria e diretta da l’indimenticabile attore, regista, drammaturgo e pedagogo Ennio Dollfus (fonte del prof. Luciano Bevilacqua).

Alla manifestazione sono invitati soprattutto  gli ex allievi dei POCHI che hanno frequentato le aule pioneristiche della scuola tra gli anni 1956 e 1985, ma anche coloro che hanno frequentato i corsi di recitazione seguenti fino ad oggi.

Ospite della serata il grande FERRUCCIO SOLERI, l’Arlecchino più famoso del mondo, protagonista in assoluto della pièce goldoniana ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONE diretta da Giorgio Strehler, uno dei più grandi spettacoli messi in scena in Italia e nel mondo.

Durante la manifestazione si potranno ascoltare alcune testimonianze che riguardano il passaggio tra una compagnia di dilettanti volenterosi ed appassionati ad una struttura stabile fondata da Ennio Dollfus per istruire e formare gli attori in maniera più professionale.

Durante l’evento verrà consegnato il premio TEATRO NEL CUORE 2016 che rappresenta un riconoscimento alle persone che, nel nostro territorio, in questi ultimi anni si sono maggiormente distinte per la passione teatrale espressa.

INFO: ipochiscuoladiteatro@gmail.com, Francesco Parise 3386539775

F.P.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina