Home | Valle Stura e Val d'Orba | Il Quartetto improvviso giovedì sera a Mele

Concluderanno la rassegna autunnale Per Musicha

Il Quartetto improvviso giovedì sera a Mele

 Giovedì 12 si conclude la rassegna musicale “Per Musicha – Autunno musicale melese che si tiene nell’Oratorio di Sant’Antonio Abate a Mele. A chiudere il programma del 2016 sarà il Concerto per il Santo Patrono a cura del Quartetto Improvviso che eseguirà dodici celebri pezzi per chitarra e mandolino tra i quali “Recuerdos de la Alahambra” di Francisco Tarrega, “Intermezzo della Cavalleria Rusticana” di Piero Mascagni, “Marcia eroica” di Carlo Gennaro Munier, “Swanee” di George Gershwin, “Suite irlandese” di Turlough O’Carolan e molte altre ancora.

Lo spettacolo si terrà alle ore 21:00 ed è l’ultimo dei cinque eventi organizzati per questa stagione autunno-inverno dalla Confraternita di Sant’Antonio Abate.

Il Quartetto Improvviso è formato da Paola Esposito e Antonio Fiori al mandolino, Alessandro Fiori alla mandola tenore e Marco Pizzorno alla chitarra classica. Si tratta di quattro musicisti savonesi cresciuti nell’ambiente musicale che fanno conoscere ed apprezzare al grande pubblico la letteratura per quartetto a pizzico. Il Quartetto Improvviso si esibisce costantemente in Italia e all’estero, tra cui una tournée lo scorso luglio al Festival Internazionale di mandolino a New York.

Il repertorio dei quattro musicisti savonesi spazia dalla musica originale per chitarra classica e mandolino del Settecento (Vivaldi, Munier, Calace, Amadei) alla celebre tradizione napoletana (Mezzacapo, Di Capua) fino al repertorio moderno e contemporaneo.

Nel programma di giovedì all’Oratorio di Sant’Antonio Abate di Mele il Quartetto Improvviso presenterà anche dei frammenti di opera e pezzi della tradizione popolare insieme ad un omaggio alle più belle colonne sonore del cinema, creando un viaggio lungo tre secoli di storia di notevole impatto emotivo.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina