Home | Territorio | Reddito di cittadinanza, se ne discuterà a Genova

In un incontro pubblico organizzato dal M5S Liguria

Reddito di cittadinanza, se ne discuterà a Genova

 Che cos’è il reddito di cittadinanza e quali benefici economici porterebbe la sua introduzione ai cittadini liguri? Se ne discuterà venerdì 24 a Genova alle ore 18:00 presso il palazzo della Regione Liguria (undicesimo piano, Via Fieschi 15).

L’incontro è organizzato dal gruppo consigliare in Regione Liguria del MoVimento 5 Stelle, interverranno la Senatrice della Repubblica, Nunzia Catalfo* (in foto), la portavoce del M5S in consiglio regionale, Alice Salvatore ed il presidente del Comitato Pianacci CEP, Carlo Besana.

«La crisi economica iniziata nel 2008-2009» spiegano gli organizzatori «ha esasperato le condizioni di vita delle persone, aumentando i livelli di povertà, impoverendo gli esclusi dal mercato del lavoro ed i disoccupati che, esauriti i pochi strumenti di aiuto alla popolazione, non avendo ricevuto risposte, sono sprofondati in situazioni di indigenza e povertà».

Il MoVimento 5 Stelle della Liguria, fanno presente gli organizzatori, ha depositato da ormai un anno la delibera avente per oggetto “Disposizioni regionali sul Reddito di Cittadinanza” che sarà discussa in consiglio il 28 febbraio.

«Il reddito di cittadinanza non è una nostra fantasia» spiegano dal MoVimento 5 Stelle «ma uno strumento che trae la sua origine dalla raccomandazione 92/441 del Consiglio d’Europa del 24 giugno 1992, con la quale la C.E. ha esortato gli stati membri a dotarsi di adeguati sistemi di protezione sociale al fine di riconoscere il diritto di ogni persona ad un’assistenza sociale e a disporre di risorse sufficienti per vivere in modo dignitoso».

* Nunzia Catalfo, nata a Catania nel 1967, di professione orientatrice, è stata eletta senatrice della Repubblica per il MoVimento 5 Stelle in seguito alle elezioni del 2013.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina