Home | Territorio | Reddito di cittadinanza, se ne parla oggi a Genova

Con un incontro organizzato dal MoVimento 5 Stelle della Liguria

Reddito di cittadinanza, se ne parla oggi a Genova

 Questo pomeriggio a Genova, alle ore 18:00 in Regione Liguria nella sede di via Fieschi 15 (Sala Rappresentanza- 11°piano), il gruppo consigliare del MoVimento 5 Stelle organizza l’incontro dal titolo “Emergenza sociale in Liguria – Che cos’è il reddito di cittadinanza”.

Si tratta di un dibattito pubblico nel quale sarà spiegata la Proposta di legge in matteria di Reddito di cittadinanza e illustrare i benefici economici e sociali che questa iniziativa potrebbe portare ai cittadini liguri. All’incontro interverranno la Senatrice Nunzia Catalfo (prima firmataria della Proposta di legge sul Reddito di Cittadinanza in Parlamento) Alice Salvatore (portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria) e Carlo Besana (ex Presidente Comitato Pianacci-CEP).

«La crisi economica ha esacerbato notevolmente le condizioni di vita delle persone, ha impoverito gli esclusi dal mercato del lavoro e i disoccupati che, esauriti i limitati strumenti di sussidi alla disoccupazione, e non avendo trovato ancora occupazione, sono sprofondati in situazioni di indigenza e povertà» spiegano i rappresentanti del MoVimento 5 Stelle Liguria. Formazione politica che ha depositato una Proposta di legge sul Reddito di Cittadinanza, che verrà discussa e votata in Consiglio Regionale martedì 28 febbraio, dopo un anno d’attesa.

«Il Reddito di cittadinanza non è una fantasia del M5S, ma uno strumento che trova il suo fondamento nella raccomandazione 92/441/CEE del Consiglio del 24 giugno 1992» proseguono i rappresentanti del M5S «attraverso il quale la Comunità Europea ha esortato gli Stati membri a dotarsi di adeguati sistemi di protezione sociale, al fine di riconoscere il diritto di ogni persona a fruire di un’assistenza sociale e a disporre di risorse sufficienti per vivere in modo dignitoso».

Tuttavia il progetto di legge del MoVimento 5 Stelle, spiegano, è molto più ampio, creando strumenti per cui la persona trovi un lavoro uscendo dalla mera logica assistenzialistica e favorendo la riconquista dell’occupazione e di un reddito nel medio-lungo termine.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina