Home | Alessandrino | Coldiretti, ridurre la soglia di danno per le aziende colpite dall’alluvione di novembre

La Coldiretti chiede l'intervento del Commissario straordinario Sergio Chiamparino

Coldiretti, ridurre la soglia di danno per le aziende colpite dall’alluvione di novembre

 L’alluvione dello scorso novembre ha messo a dura prova le aziende agricole della Provincia di Alessandria. Roberto Paravidino, presidente della Coldiretti Alessandria spiega la situazione «La conta dei danni ha visto coinvolte colture, infrastrutture e viabilità: in questi mesi sono state attuate misure specifiche volte al ripristino delle strutture ed alla ripresa delle attività produttive per offrire boccate d’ossigeno alle imprese coinvolte ma, sicuramente, non è sufficiente».

Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha riconosciuto il carattere di eccezionalità a quanto accaduto, aprendo al possibilità alle domande di indennizzo. Sarà necessario però attuare la riduzione della soglia del 30% di danno sulla produzione lorda vendibile delle aziende colpite dalla alluvione dello scorso novembre, per poter dare loro la possibilità di accedere al Fondo Nazionale di Solidarietà.

Il direttore di Coldiretti Alessandria, Leandro Grazioli fa presente che «La richiesta è stata fortemente voluta da Coldiretti Piemonte, nella persona del Presidente Regionale Delia Revelli e del delegato confederale, Bruno Rivarossa – prosegue Grazioli – torniamo perciò a chiedere, anche attraverso una precisa richiesta che abbiamo già inviato in Regione, l’intervento diretto del Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, nella sua veste di Commissario delegato per il superamento dell’emergenza, al fine di ridurre questo parametro vista la situazione in cui si trova la maggior parte delle imprese. Riduzione che già in periodi passati è avvenuta, attraverso l’adozione di uno specifico provvedimento di carattere eccezionale affinché tale parametro, vista la situazione in cui si trova la maggior parte delle imprese, possa essere ridotto, come già precedentemente avvenuto, attraverso l’adozione di uno specifico provvedimento di carattere eccezionale».

Coldiretti Alessandria fa presente che in gioco c’è la ripresa di un settore che ha subito gli effetti negativi di quanto accaduto a novembre e che svolge un ruolo fondamentale per la salvaguardia e la tutela del nostro territorio.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina